Quotidiano Nazionale logo
10 mag 2022

Ateneo: Scienze Motorie festeggia i suoi 20 anni

Gli iscritti sempre in ascesa, le specializzazioni si sono ampliate notevolmente. Piero Sestili: "Due decenni di successi. Il 22 giugno sigillo d’Ateneo a Mazzanti"

La cerimonia di ieri mattina con il magnifico rettore Giorgio Calcagnini
La cerimonia di ieri mattina con il magnifico rettore Giorgio Calcagnini
La cerimonia di ieri mattina con il magnifico rettore Giorgio Calcagnini

Una volta era l’Isef e da venti anni è Scienze motorie. Sicuro è una realtà importante e di grande traino per l’Università di Urbino e la città, tant’è che è tra i dipartimenti che contano più iscritti per l’Ateneo ducale. Da ieri una serie di celebrazioni per l’anniversario; si è iniziato con un convegno e conferenza stampa dal titolo “La scuola di scienze motorie: 20 anni di movimento“.

"Venti anni di storia, successi e realizzazioni senza dimenticare gli sforzi per arrivare al livello al quale siamo arrivati – spiega il preside del Dipartimento, Piero Sestili –. In programma ci sarà anche un congresso sulle problematiche di infortunistica nel calcio dove interverranno molti esperti di medicina dello sport. Fino alla fine dell’anno ci saranno iniziative sui temi più rappresentativi dello sport, educazioni e multidisciplinarità: dalla sociologia alla ricerca, fino agli aspetti bio medici e sanitari. Il 22 giugno invece sarà conferito il sigillo d’Ateneo all’allenatore di Pallavolo femminile Davide Mazzanti".

Una storia lunga quella di Scienza Motorie e già da qualche mese alcuni ex studenti hanno già organizzato un incontro.

Come vede lei oggi Scienze Motorie? Verso quale strada si dovrà andare?

"Sicuramente sempre di più nella caratterizzazione della figura del laureato in Scienze motorie – spiega Piero Sestili – che oggi va dallo spazio tipicamente suo delle scienze sportive, quindi l’allenatore sportivo o preparatore atletico, fino ad andare a tutte le figure coinvolte negli aspetti socio sanitari come il chinesiologo, l’educatore motorio, il motivatore. E poi ci sono tutti i margini lasciati aperti dal management dello sport. In una società dove lo sport è diventato un generatore incredibile di introiti ed economia ha ovviamente uno spazio importante. Il nostro ruolo sarà questo unito con la nuova sede per la quale i lavori sono già iniziati", conclude Piero Sestili.

Ieri anche il sindaco di Urbino che ci ha tenuto a portare il saluto della città assieme all’assessora allo sport Marianna Vetri. "Questa è una occasione importante sia per l’Università che per la città. Scienze motorie è diventata un fiore all’occhiello dell’Università di Urbino e ogni anno attrae sempre più iscritti con più di duemila persone che seguono i corsi. Venti anni sono un traguardo importante che spingono a procedere in questa direzione di potenziamento e sempre al passo con i tempi".

La cerimonia è disponibile in formato integrale, in streaming, sul sito dell’Università di Urbino.

Francesco Pierucci

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?