Atletico Ascoli: la beffa peggiore

Due legni colpiti e diverse occasioni soprattutto nel primo tempo. All’89’ l’Avezzano trova il gol vittoria

Atletico Ascoli: la beffa peggiore

Atletico Ascoli: la beffa peggiore

AVEZZANO

1

ATLETICO ASCOLI

0

AVEZZANO: Cultraro 7, De Lorenzo 6 (26’st Pinelli 6), Pertosa 6 (42’st Cattaneo SV), Costa Ferreira 6,5, Senesi 5,5 (22’st Angelilli 6), Verna 5,5 (32’st Bolo 6), Marzuillo 7, Rotondi 6, Filippini 6, Forte 5,5 (15’st D’Alessandris 6), Ortolini 6. A disposizione: Brusca, Luciani, Pietrangeli, Montecolle. All. Ferazzoli 6

ATLETICO ASCOLI: Pompei 6, Marucci 6 (46’st Camilloni sv), Valentino 5,5, D’Alessandro 6, Feltrin 6, Mazzarani 5,5 (46’st Severini sv), Diarra 6,5 (31’st Ciabuschi 6), Olivieri 6, Traini 6 (43’st Cognigni SV), Minicucci 5,5 (37’st Clerici sv), Vechiarello 6. A disposizione: Canullo, Casale, Alborino, Dondoni. All. Seccardini 6

Arbitro: Pani di Sassari (assistenti Camilli di Roma 1 e Neroni di Ciampino)

Rete: 44’st Marzuillo

Note - Ammoniti: Costa Ferreira, Olivieri

AVEZZANO (L’Aquila)

L’Atletico Ascoli alza bandiera bianca solamente nel finale allo “Stadio dei Marsi” contro l’Avezzano. Finisce 1-0 per i padroni di casa grazie al gol allo scadere di Marzuillo: tanta amarezza per i ragazzi di mister Seccardini, fermi a quota 11 punti in classifica, che recriminano per due pali colpiti.

La cronaca. Sin dal calcio d’inizio l’Atletico Ascoli si dimostra intraprendente, mantenendo un baricentro alto e giocando la gara a viso aperto. La formazione di Seccardini tiene bene il campo e a più riprese sfiora un vantaggio che sarebbe più che meritato: solamente la sfortuna e le parate di Cultraro negano la gioia del gol agli ospiti, che con determinazione e personalità ci provano a più riprese. Il primo tempo procede a fiammate, con l’Atletico Ascoli che recrimina per il palo di Traini e la traversa di Diarra, che strozzano in gola l’esultanza della panchina bianconera. Al 20’ D’Alessandro trova la rete, ma in questo caso è il fuorigioco ad annullare tutto nonostante le proteste. Quando non sono i legni a salvare l’Avezzano ci pensa poi Cultraro, che in chiusura di prima frazione si esalta su Minicucci e mantiene inalterato l’equilibrio.

Nella ripresa i padroni di casa provano a reagire, con l’Atletico Ascoli che non riesce più ad avere la stessa libertà di movimento vista nella prima frazione. La partita sembra scivolare via senza grossi sussulti e nemmeno i cambi dei due allenatori sembrano schiodare le reti bianche. Si arriva così nei minuti conclusivi, che vedono però l’inaspettato ribaltone al minuto 89: punizione per l’Avezzano, in area sbuca Marzuillo che con un tocco ravvicinato beffa Pompei e sigla l’1-0 che regala il successo alla formazione di casa.