Cagli, partiti a difesa della sanità

Incontro ad ampio raggio sui temi condivisi da tutti

Si è tenuta in Comune la riunione collegiale dei partiti di Cagli sul tema della sanità. "E’ stata l’occasione per condividere un documento comune delle forze politiche cagliesi in vista della approvazione del Piano Sanitario regionale", si legge nel comunicato del Comitati sanità pubblica di Cagli. Il testo prende atto di quanto contiene il Piano varato dalla Giunta e che deve presto passare in Consiglio Regionale ed evidenzia alcune criticità "in particolare la mancata previsione della deroga per il Celli al contrario di quanto previsto per l’Ospedale di Cingoli ed in contrasto con il precedente Piano sanitario che vedeva i due nosocomi più quello di Sassocorvaro come candidati alla deroga".

Viene rimarcata dalle forze politiche la positività dell’investimento di circa sette milioni di euro per una nuova struttura sanitaria e si chiedono informazioni riguardo il vecchio edificio e la permanenza dei servizi privati come il servizio riabilitazione. "Prendiamo atto con soddisfazione che il documento è stato incentrato sulle richieste avanzate nei vari incontri che come Comitato Spontaneo per la Sanità Pubblica abbiamo organizzato a Cagli con i consiglieri regionali di tutte le forze politiche nei mesi passati e questo ci conforta nella nostra azione volta ad ottenere servizi sanitari di base nell’area del Catria e Nerone".

Erano presenti i rappresentanti di Azione, FI, FdI, IV, Pd, A1, Udc i quali hanno concordato di intervenire ognuno presso i rappresentanti in regione per supportare le richieste del territorio riguardo i servizi presso la struttura cagliese, in particolare posti di lungodegenza, potenziamento della emergenza-urgenza, sala chirurgica per chirurgia ambulatoriale, Punto di primo intervento. "Ora ci aspettiamo che tutti i rappresentanti delle forze politiche presenti e di quelle che non hanno partecipato si impegnino con decisione e concretezza a sensibilizzare i vari consiglieri regionali".

Mario Carnali