Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

Cagli s’illumina con Shel Shapiro "Leggenda ma con il sorriso"

Concerto e nuovo album presentati per la prima volta al Teatro Comunale. Da non perdere

Shel Shapiro da non perdere in scena a Cagli
Shel Shapiro da non perdere in scena a Cagli
Shel Shapiro da non perdere in scena a Cagli

"Quasi una leggenda". E’ questo il nome del concerto e del nuovo album che Shel Shapiro presenterà per la prima volta al Teatro Comunale di Cagli sabato alle 21.

Che effetto fa tornare a calcare il palco?

"Non vedo l’ora dopo due anni di sosta per Covid", risponde Shapiro.

Dopo tanti anni sulla cresta dell’onda cosa la spinge ancora a mettersi in gioco?

"La voglia di stare con il mio pubblico. Quando tengo i concerti parlo molto, mi piace il confronto".

Che tipo di spettacolo sarà?

"Una seduta di psicologia, il desiderio di interfacciarsi. Stiamo vivendo un’epoca dove sembra che il mondo sia impazzito".

Quali sono le sue sensazioni della vigilia?

"Sono nervoso. Tutte le volte c’è agitazione, è giusto così".

C’è un filo conduttore?

"Le bellissime canzoni e l’equilibrio nel linguaggio".

A che evento assisteremo?

"Racconterò la vita in tutte le sue forme, gioia, dolore, sogni, speranza, tutte le emozioni".

Lei si sente un po’ leggenda?

"Ormai siamo tutti eroi, io mi sento leggenda, ma con il sorriso, prendendomi un po’ in giro".

Si aspettava che il video che ha fatto con Mara Venier riscuotesse così tanto successo?

"Sì, perché la canzone è bellissima, io e lei siamo credibili nelle parti che interpretiamo".

Cosa vuole dire ai suoi tanti fans?

"Venite a Cagli, assisterete a un concerto allegro, anche se affronteremo temi seri".

E’ uscito il 18 marzo scorso il nuovo album, pubblicato da Azzurra Music, che contiene i nuovi brani dell’artista che è così tornato dopo 14 anni dal suo ultimo album solista. Shapiro non è solo cantante, ma anche autore, arrangiatore e produttore. Inoltre anche attore di cinema, tv e teatro. Ed è pronto ad incontrare il suo pubblico, sia chi lo segue dagli anni ’60, sia le nuove generazioni che lo hanno recentemente scoperto e apprezzato. Info. 0721 780731.

Beatrice Terenzi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?