Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

Pesaro, chiama il 113: "C’è un rapinatore". Invece era cliente del supermercato

La polizia insegue l’ignaro acquirente del negozio che viene controllato per poi essere "scagionato"

La volante della polizia chiamata molto spesso per falsi allarmi, ma tutti da verificare
La volante della polizia chiamata molto spesso per falsi allarmi, ma tutti da verificare

Pesaro, 6 maggio 2022 - Paura ieri mattina alle 10 alla Torraccia, zona Palas, per un allarme arrivato al 113: "Qui c’è un uomo davanti al supermercato che ha una pistola in mano". All’arrivo in pochi minuti delle pattuglie delle volanti, il fantomatico rapinatore era sparito ma il telefonista ha saputo indicare la macchina con cui si era allontanato. Così la polizia è partita all’inseguimento riuscendo a rintracciarla in poco tempo. Con la sorpresa che a bordo c’era un uomo che era sì stato a fare la spesa al supermercato ma che, controllato, non aveva nessuna arma e tantomento risultava essere un malvivente: "Io ho fatto la spesa e ho messo gli acquisti in macchina". Gli agenti, appurato che si trattava di un falso allarme, hanno ringraziato per la disponibilità l’ignaro cliente del supermercato della Torraccia, e sono tornati dal telefonista per dirgli che si era sbagliato grossolonamente. Questi si è poi giustificato dicendo di non esser stato vicino ma che gli sembrava di aver visto una pistola". Ma così non era, sia per i controlli fatti sia perché non poteva andare a spasso tenendo una pistola in pugno senza motivo. Allarmi di questo tipo alle forze dell’ordine sono molto frequenti. Alcune volte sono vere e volute chiamate per far perdere tempo alle forze dell’ordine, altre sono allarmi lanciati in buona fede che si rivelano destituiti di fondamento. Come in questo ultimo caso di ieri mattina.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?