Voleva uccidersi perché si sentiva sola, inutile, senza futuro. Così ieri mattina, una pensionata pesarese di 70 anni ha deciso di farla finita con l’intenzione di impiccarsi. Non sapendo come fare, ha chiamato un suo conoscente di Forlì al quale ha chiesto come legare la corda alla trave e come fare il nodo. L’amico, atterrito, ha telefonato al 113 di Forlì e da questi la comunicazione è stata fatta alla polizia di Pesaro. E’ stata inviata una pattuglia insieme a pompieri e 118 in zona Pantano, dove abita la donna ma la casa, una volta entrati passando da una finestra visto che non rispondeva nessuno, era vuota. Così la polizia ha cercato di individuare tramite il cellulare dove si trovasse la 70enne riuscendo a localizzarla in zona Obi, nelle campagne circostanti. Dopo vari tentativi, l’operatore della sala radio è riuscito a contattare la donna, la quale ha ribadito la volontà di suicidarsi perché si sentiva "inopportuna", o invisibile agli altri. Nello stesso momento, mentre la 70enne parlava con l’operatore del 113, una pattuglia è riuscita a raggiungerla vicino all’Obi grazie alla localizzazione e a bloccarla. E’ stata chiamata un’ambulanza per il ricovero ospedaliero in modo da sottoporre la donna a visita e ad un eventuale ricovero nel reparto di psichiatria.

Resta da vedere se la vera necessità della donna siano le medicine oppure una voce o una mano amica