Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

Col Teatro in carcere in scena questa sera “I sopravvissuti...“

Con la 60ª Giornata Mondiale del Teatro promossa dall’International Theatre Institute dell’Unesco, oggi alle 21.15 verrà rappresentato al Teatro Sanzio di Urbino “I sopravvissuti …“, spettacolo realizzato dal Teatro Universitario Aenigma e dalla Compagnia Lo Spacco all’interno della Casa Circondariale di Villa Fastiggi grazie al laboratorio permanente “Teatro in carcere“, attivo dal 2022 nell’Istituto pesarese e coordinato da Vito Minoia e Romina Mascioli. Il progetto giunge al suo secondo studio scenico, dopo una prima presentazione pubblica a novembre 2021 nell’ambito del XXII Convegno internazionale promosso dalla Rivista europea "Catarsi, Teatri delle Diversità" e per la Rassegna nazionale di teatro in carcere "Destini Incrociati" al teatro Palladium dell’Università Roma Tre. Cinque attori e il giovanissimo musicista Francesco Scaramuzzino, guidati dal regista Francesco Gigliotti portano in scena la performance ispirata ai racconti sui lager di Primo Levi.

Si tratta di una libera ispirazione, quindi, un’evocazione, sostenuta dalle suggestive musiche di Luciano Daini, che inevitabilmente ci riporta direttamente ai nostri giorni, andando ad indagare la condizione di chi ha sofferto e che ha superato almeno in senso cronologico, quell’epoca di dolore. Lo spettacolo è preceduto alle ore 16 in Università da un seminario dal titolo "Dialoghi tra pedagogia e teatro in carcere. L’esperienza di Pesaro" (a Scienze Motorie in via Santissima Annunziata 4, Aula D1 e fruibile anche via Zoom).

fra. pier.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?