Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
2 mar 2020

Coronavirus Pesaro Urbino, un morto a Fano. E' il primo delle Marche

La vittima è un uomo di 88 anni, era ricoverato dal 24 febbraio. Ceriscioli: "Vicini alla famiglia"

2 mar 2020
CORONAVIRUS MODENA NELLA FOTO: IL PRONTO SOCCORSO DEL POLICLINICO
Coronavirus, a Fano il primo morto delle Marche (FotoFiocchi)
CORONAVIRUS MODENA NELLA FOTO: IL PRONTO SOCCORSO DEL POLICLINICO
Coronavirus, a Fano il primo morto delle Marche (FotoFiocchi)

Fano (Pesaro e Urbino), 2 marzo 2020 - Prima vittima con il Coronavirus nelle Marche. Lo segnala sul suo profilo Facebook il governatore, Luca Ceriscioli. "Si tratta - scrive nel suo suo post inserito pochi minuti fa  il governatore - di un anziano di 88 anni con patologie pregresse, deceduto questa mattina all'ospedale Santa Croce di Fano. Era stato ricoverato il 24 febbraio con febbre alta e difficoltà respiratorie ed era risultato positivo al tampone".

Aggiornamento Chi è la vittima - Secondo morto nel Pesarese

Leggi anche La situazione nelle Marche - Come si cura Le differenze con l'influenza Come difendersi

"Esprimo - scrive ancora Ceriscioli - vicinanza alla famiglia e a tutti i suoi cari. Continuiamo a lavorare per fronteggiare l'emergenza con il massimo impegno". I casi positivi in tutta la regione sono 35, di cui 33 nella provincia di Pesaro e Urbino, 2 in quella di Ancona.

Intanto ieri, il conto dei casi di infezione da Covid19 è salito a 35, di cui 2 provincia di Ancona e 33 in provincia di Pesaro e Urbino. Sette persone sono in terapia intensiva, 9 in reparto, 17 sono casi lievi che stanno seguendo la profilassi in isolamento domiciliare. Le quarantene invece sono salite a 211 distribuite in tutta la regione. Tra i contagiati c'è pure un 62enne pesarese trovato positivo a Santo Domingo: era arrivato nel paese il 22 febbraio senza sintomi. Il caso è il primo nei Caraibi. Ricoverato a Sant'Isidro, non desta preoccupazione.

L’ultimo caso di positività locale è stato riscontrato a Montecalvo in Foglia, dove è scattata la quarantena per la persona e la famiglia. Per questo, il governo Conte considera il territorio provinciale assimilabile all’Emilia Romagna da dove è arrivato il contagio. Da qui, la decisione di bloccare scuole, partite, eventi e manifestazioni pubbliche fino all’8 marzo.

Coronavirus, i 10 comportamenti da seguire

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?