Emergenza Coronavirus
Emergenza Coronavirus

Pesaro, martedì 7 aprile 2020 – Il peggio sembra passato, se non fosse per le 12 vittime (22 nelle Marche) registrate nelle ultime 24 ore negli ospedali di Pesaro e di Urbino che con ogni probabilità hanno contratto la malattia almeno quattro-cinque settimane fa. Cosa che fa salire la fila di croci a 359 nella provincia dall'inizio della crisi. Lo fa sapere il Gores, il gruppo operativo regionale che coordina la crisi sanitaria.

Leggi anche Coronavirus, i numeri del contagio nelle Marche

Tra le ultime vittime, ci sono 8 residenti a Pesaro, tra cui una centenaria e un uomo di 54 anni, un uomo di Petriano, due di Fano e uno di Cagli. Intanto si è ancora allentata la pressione sul sistema delle terapie intensive. L'ospedale Marche Nord di Pesaro, che dieci giorni fa aveva 40 pazienti in rianimazione, ieri era quasi alla metà (22), mentre l'ospedale di Urbino è sceso a 6 posti occupati (ne aveva 9). Il totale dei ricoverati da qualche giorno oscilla tra i 210 e i 189 di ieri, ma ormai siamo lontani dai 268 toccati il 30 marzo. Migliora il dato dei nuovi casi, solo 37, dei pazienti accolti nelle strutture post-ricovero (68 ieri) e dei guariti che tocca quota 342 a livello regionale.

Leggi anche "Mascherine? De cidiamo col Governo"