Si fidava ciecamente dell’amica e connazionale, tanto da consegnarle il suo bancomat. E l’"amica" ne ha approfittato per svuotarle il conto corrente sparendo con 6mila euro. La derubata è una badante romena col lavoro a Pesaro che nei mesi scorsi è tornata nel suo Paese per motivi familiari. Ma il rientro...

Si fidava ciecamente dell’amica e connazionale, tanto da consegnarle il suo bancomat. E l’"amica" ne ha approfittato per svuotarle il conto corrente sparendo con 6mila euro.

La derubata è una badante romena col lavoro a Pesaro che nei mesi scorsi è tornata nel suo Paese per motivi familiari. Ma il rientro in patria non le avrebbe permesso di riscuotere l’assegno di disoccupazione che le viene versato ogni mese dall’Inps sul conto corrente della banca di Pesaro. Così ha incaricato un’amica di prelevare il denaro dal suo conto corrente tramite bancomat per inviarglielo tramite posta in un altro conto in Romania. L’amica, trentenne, badante, col lavoro a Pesaro, ha accettato di farle questo servizio "bancario" ma in realtà ha subito pensato come farlo a modo suo. Ogni volta che arrivavano i soldi dell’Inps nel conto, l’amica li prelevava e li metteva in tasca senza inviarli alla legittima proprietaria in Romania. La quale ha atteso per mesi quel denaro sollecitando l’amica.

In realtà, quest’ultima ha prelevato in pochi mesi tutto quello che c’era nel conto, circa 6000 euro, e li utilizzati per comprarsi quello che voleva. Al rientro a Pesaro, la derubata è andata dalla polizia a denunciare la falsa amica per appropriazione indebita. Il problema era rintracciarla ma la polizia in breve tempo è riuscita a ritrovare la donna accusandola della sparizione di quel denaro. Una volta convocata in questura, la falsa amica non ha voluto dare spiegazioni sul motivo del suo gesto né ha riconsegnato il denaro prelevato e illegittimamente speso.