Pesaro si prepara a vivere un Natale pieno di iniziative. A partire da questo sabato tante saranno le attrazioni che animeranno le vie del centro storico: dallo scivolo di ghiaccio in via Curiel alla pista di pattinaggio, passando per il villaggio di Natale, tutte però accessibili solo se in possesso di Green pass. Per i mercatini e le classiche passeggiate per via Branca, invece, basterà indossare la mascherina che diventerà obbligatoria durante le ore pomeridiane, almeno fino al 9 gennaio. "Parliamo del Natale più bello che Pesaro abbia mai realizzato e...

Pesaro si prepara a vivere un Natale pieno di iniziative. A partire da questo sabato tante saranno le attrazioni che animeranno le vie del centro storico: dallo scivolo di ghiaccio in via Curiel alla pista di pattinaggio, passando per il villaggio di Natale, tutte però accessibili solo se in possesso di Green pass. Per i mercatini e le classiche passeggiate per via Branca, invece, basterà indossare la mascherina che diventerà obbligatoria durante le ore pomeridiane, almeno fino al 9 gennaio. "Parliamo del Natale più bello che Pesaro abbia mai realizzato e tra i più attrattivi d’Italia – prevede addirittura il sindaco Ricci –. Da sempre il periodo natalizio rappresenta uno dei momenti più magici della città ma non dobbiamo scordarci che la pandemia non è ancora terminata. È necessario non abbassare la guardia cercando di affrontare le prossime settimane con grande rigore, augurandoci che la curva pandemica scenda sempre più". Quaranta giorni di attività che promettono tanto divertimento per grandi e piccini. Tra le attrazioni confermate il WePesaro Express (trenino natalizio), la pista di pattinaggio, i mercatini di Natale dislocati per tutto il centro storico e l’albero in piazza del Popolo che – assicurano in Comune – ottiene il primato per essere il più illuminato d’Italia, con oltre 100mila luci a led ed a risparmio energetico.

"Un Natale collettivo", come ricordato dal vice sindaco Daniele Vimini e dall’assessora Francesca Francesca Frenquellucci che parlano di più spazi nella città e minor rischio di assembramenti: "Un Natale diffuso, in grado di far vivere la città con sicurezza incentivando anche il passaggio nelle vie secondarie, non troppo spesso vissute". Non mancheranno i canti di Natale, con la collaborazione di ‘Dna Coccole Sonore’. Una novità di questa stagione, però, è la cucina: "Con ‘Cucina naturale’ – spiegano gli amministratori – cercheremo di dare consigli e idee per arricchire i menù di Natale con prodotti biologici e sani. Poi ‘In forma durante le feste’ con Thomas Ceccolini per esercizi e consigli preziosi per mantenere la linea anche durante il periodo più ricco dell’anno".

Torneranno anche le bande di Colombarone e Candelara che suoneranno per le vie del centro con performance itineranti, ma anche le scuole di musica pesaresi si esibiranno tra piazzale Lazzarini, via Pedrotti e piazza del Popolo. I mercatini di Natale, poi, spunteranno in vari angoli tra piazza del Popolo, via Rossini e via san Francesco ma anche piazzale Collenuccio, palazzo Gradari, palazzo Mosca e piazza Olivieri. Annullate le cerimonie di accensione delle luminarie per scongiurare ogni rischio di assembramenti ma i borghi saranno comunque caratterizzati dalle suggestive luci di Natale che, conclude il sindaco, "non possono mancare per l’atmosfera natalizia di ogni zona".

Giorgia Monticelli