Dall’Ucraina a Pesaro "Solaria ci ha adottati"

Lijudmila, la mamma della ragazzina scappata dalla guerra con i suoi figli: "Ilaria Angeli e le ragazze della ginnastica sono la nostra seconda famiglia".

Dall’Ucraina a Pesaro  "Solaria ci ha adottati"

Dall’Ucraina a Pesaro "Solaria ci ha adottati"

A un certo punto Margherita, 13 anni, che ha lasciato il suo papà carabiniere a Kiev per la guerra e che vive a Pesaro con parte della sua famiglia, si è ritrovata senza bicicletta, che per un pesarese vuol dire senza automobile. La bici infatti è l’unico mezzo di trasporto suo, della mamma Lijudmila e del fratello Roman che con quel mezzo si spostano ogni giorno da Villa Fastiggi per andare a Pesaro e fino al mare: "Vogliamo ringraziare il buon cuore di Anna e Simone che ce ne hanno donata una – dice la mamma Lijudmila – la bici si è rotta nei giorni del compleanno di Margherita e non era riparabile. Ma d’incanto ne è arrivata una per il buon cuore di due pesaresi ed è arrivata anche la pizza dalla pizzeria Lele". Gesti che scaldano il cuore, assieme ad altri. Margherita infatti è una campionessa di ginnastica e gareggia per la società Solaria: "Il nostro anno sportivo – dicono Lijdmila e Margherita – è giunto al termine, il club “Ginnastica Ritmica Pesaro Solaria 90” ci ha aperto le porte ai corsi guidati da una donna incredibilmente bella anche dentro, una professionista di talento: Iliana Angeli. Iliana è diventata la nostra mecenate, un angelo che ci ha aiutati a sopportare il pensiero della guerra e a distrarci. Abbiamo trascorso tutto l’anno tra allenamenti e gare a cui ci hanno portato le mamme delle ragazze, Monica Raideni e Silvia Casoli. Altre mamme ci hanno sempre sostenuto. Le ringraziamo tanto". Margherita, aggiunge la mmma "ha fatto esperienza sportiva in Italia con l’aiuto di insegnanti come Monica Fabi e Giuliano Mezzolani, sono insegnanti professionisti e prima di tutto sono persone con la lettera maiuscola. Margherita non provava disagio, era allo stesso livello di tutte le affidatarie. E’ stata accettata grazie alla splendida accoglienza e alle amicizie. Solaria è la nostra seconda famiglia, le ragazze trascorrono molto tempo ad allenarsi e per noi è importante sentirsi emotivamente a proprio agio in questi momenti difficili".

d.e.