Dateci le sedie libere alla Palla. E anche le sdraio

Dateci le sedie libere alla Palla.  E anche le sdraio

Dateci le sedie libere alla Palla. E anche le sdraio

Gentile lettrice, per quanto le possa sembrare incredibile qualcosa del genere accadde qualche anno fa, prima del Covid. Se ben ricordo il Comune consentì una roba del genere "a sua insaputa" avendo lasciato decine di sedie accatastate – quelle bianche di plastica – a fianco del Villino Ruggeri, senza però incatenarle. Di fronte a tanta inusitata generosità e gentilezza parecchie persone le presero e se le portarono all’ombra degli alberelli dando vita a piccoli capannelli o a gruppetto di persone che se ne stavano beatamente sedute all’ombra. Dopo qualche giorno "le autorità competenti" se ne accorsero, anche perché molti volevano fare i signori e lasciavano le sedie in giro invece che riportarle nel mucchio. Perché quelli che vogliono fare i birbi o i "furbetti", ce ne sono anche fra noi cittadini. Fatto sta che un bel giorno le sedie erano ancora tutte lì impilate ma anche legate con una catenella. Addio sedia da portare sotto l’ombra. Se vuol sapere come la penso le dico subito che il Comune dovrebbe non solo lasciare di nuovo la libera fruibilità delle sedie, ma aggiungere anche qualche sdraio per le persone che hanno difficoltà a stare sedute. Credo che dovremo scordarci le sedie "spostabili" sotto l’ombra degli alberi.