Domani tutti "a spass ti vigle" appuntamento cult col passato

Rassegna di colori e sapori autunnali a Montemontanaro: centinaia di persone, decorazioni, orchestrine, cresce, trucca-bambini, navetta, giri con asinelli, ristorante, museo e aperitivo storico. Un'occasione per scoprire la bellezza dei paesini italiani.

Domani tutti "a spass ti vigle" appuntamento cult col passato

Domani tutti "a spass ti vigle" appuntamento cult col passato

La diciottesima edizione di "A spass ti vigle" (A spasso per i vicoli) ha esaurito domenica scorsa il suo primo appuntamento con le due giornate dedicate a questa suggestiva rassegna di colori e sapori dell’autunno che si svolge nel paesino di Montemontanaro.

La prima domenica è stata un po’ disturbata dal vento, ma tutto sommato è stata un successo, con centinaia e centinaia di persone che hanno ancora una volta voluto testimoniare il loro affetto per una manifestazione ormai maggiorenne (foto, gli organizzatori). Domani, sarà il terzo appuntamento. Il paese è stato abbellito con le classiche decorazioni autunnali, con le zucche ovviamente a far da protagoniste; ci sono piacevoli orchestrine, alcune volanti; c’è, invitante, il buon odore delle cresce e delle pizze che aleggia per i vicoli sfruculiando le papille.

C’è un servizio di trucca-bambini che funziona a pieno ritmo con soddisfazione di mamme e piccolini; c’è un servizio di navetta che collega Borgonuovo a Montemontanaro. Ci sono i giri per la campagna intorno al paese con dei simpatici asinelli.

C’è il ristorante da "Quaranta" che ha riattivato le varie stanze per accogliere adulti e bambini. E poi il museo curato da Rodolfo Castagni, nella vecchia scuola elementare e l’aperitivo storico di Renzo Savelli, uno che dei nostri paesini conosce vita, morte e miracoli (alle 17).

a.bia.