Cuccette – si fa per dire – per otto ospiti più altre tre per l’equipaggio. Dopo aver viaggiato per i mari con scafi costruiti in questa provincia, tre Pershing e un Mochi, Valentino Rossi si è regalato un San Lorenzo, che nel settore yacht viene definito una specie di Rolls Royce dei mari. Lui non c’era al momento del varo del Titilla III, a La Spezia, perché era impegnato in Qatar dove domenica parte il motomondiale. Ma gli onori di casa per il battesimo dell’acqua gli ha fatti il suo miglior...

Cuccette – si fa per dire – per otto ospiti più altre tre per l’equipaggio. Dopo aver viaggiato per i mari con scafi costruiti in questa provincia, tre Pershing e un Mochi, Valentino Rossi si è regalato un San Lorenzo, che nel settore yacht viene definito una specie di Rolls Royce dei mari.

Lui non c’era al momento del varo del Titilla III, a La Spezia, perché era impegnato in Qatar dove domenica parte il motomondiale. Ma gli onori di casa per il battesimo dell’acqua gli ha fatti il suo miglior amico e cioè Albi che era accompagnato dalla moglie, oltre a Nello, l’uomo che dovrà poi accompagnare il fenomeno quando andrà in crociera.

Il varo è stato fatto l’altro ieri a La Spezia, dove ha sede la San Lorenzo. E rimarrà lì in porto non si sa bene per quanto tempo per alcuni lavori che il campione di motociclismo ha chiesto: migliorie e personalizzazioni. Dopodiché questo yacht che è lungo 28 metri e costa circa 8 milioni di euro, dovrebbe raggiungere il porto di Pesaro dove Valentino ha ormai da qualche anno un posto-ormeggio al cantiere navale.

Da ambienti che sono molto vicini ai vertici della San Lorenzo, pare che ci sia stata una specie di gara tra il marchio di La Spezia ed il gruppo Ferretti. E secondo alcuni, sulla scorta del fatto che Valentino poi diventa anche un testimonial non da poco, ci sarebbe stata anche una corsa a chi faceva lo sconto maggiore. "Ma non crediamo più di tanto", dicono appunto i manager della San Lorenzo, che comunque non fanno sapere quanto realmente Rossi abbia pagato il nuovo e lussuoso yacht.

Andrà per mari esotici il campione di Tavullia? Poco probabile anche perché si muove, per vari impegni, con il cronometro dietro: puntatine veloci con gli amici alla Vallugola, sotto il San Bartolo, oppure per le crociere serie, la prua punta solitamente verso l’altra sponda dell’Adriatico. Valentino Rossi diventa, con questo autoregalo, forse il testimonial più noto di una tendenza che sta portando molto lavoro in tutti i cantieri, non solo della regione: acquistare la... villa isolata per starsene in mezzo al mare con gli amici, al sicuro dalla pandemia.

Emblema di un movimento certificato "perché c’è una corsa anche a comprare, non solo yacht nuovi ma anche usati: tutti pensano alla barca come un mezzo sicuro ed isolato dove poter trascorrere vacanze lontano da tutti i problemi legati alla pandemia. Anche perché molte imbarcazioni, fatta cambusa, sono del tutto autosufficienti", dice Aurelio Lonoce, titolare di un cantiere lungo stra tra i due Porti.

m.g.