Piobbico (Pesaro e Urbino), 9 settembre 2018 - «Nuntio vobis gaudium magnum abemus bruttorum presidente Giannino Aluigi, qui sibi nome imposuit Belve Rocky Belvoa»: in latino un po’ maccheronico Giorgio Mochi sindaco di Piobbico da terrazzo dell’ex municipio subito dopo la classica fumata bianca ha annunciato la riconferma a presidente del Club dei Brutti di Giannino Aluigi, 53 anni, detto “la belva”.

Il responso dopo l’apertura delle urne che ha visto quest’anno un’affluenza dell’80% degli elettori iscritti nei registri del Club.

Tanti i voti anche per le due donne (l’Annaré e Graziella) novità di una sfida solitamente al maschile. Con il rieletto re dei Brutti, ballerine brasiliane e alcune miss. Guest star del Festival dei Brutti Adriano Pappalardo, in grado di ammaliare il folto pubblico con le sue canzoni.

«Non mi aspettavo questo corollario di bellezze» ha detto in premessa Pappalardo che non è stato tenero verso il Festival di San Remo, al contrario dell’Isola dei Famosi dove ha partecipato nel 2004. Poi il cantante ha lanciato un appello ai giovani di «Stare meno attaccati ai social e relativi like».

Il re dei brutti Aluigi è poi salito trionfante sul palco annunciando che presto organizzerà con gli altri dirigenti una cena per single e continuerà il suo impegno nel sociale, ha poi ricordato l’amico di tutti Giuseppe Rinaldini di Piobbico recentemente scomparso.

«Il tema del prossimo anno sarà l’ecologia – ha perseguito Aluigi – basta con le bottiglie di plastica gettate nei nostri fiumi». Vice presidente è stato eletto Gedeone mentre al terzo posto ex equo Annarè e la Graziella. Poi a Roberto Dormicchi noto chef di Piobbico è andato il premio No-Bel per «il suo impegno a valorizzare nel mondo la gastronomia locale». Gran successo per il Polentone alla Carbonara.