Finale tra le città del tartufo, vince San Miniato

San Miniato vince la prima Gara nazionale delle Città del Tartufo con lo chef Paolo Fiaschi. La ricetta vincente è "Maltagliati con brodo di porcini, fonduta di pecorino e tartufo bianco". Giudizio di Edoardo Raspelli: "Due piatti molto buoni, esaltano il tartufo bianco di Acqualagna".

E’ San Miniato ad aver vinto la prima Gara nazionale delle Città del Tartufo con lo chef Paolo

Fiaschi del ristorante “Papaveri e papere”. Formidabile è risultata essere per i palati la ricetta “Maltagliati con brodo di porcini, fonduta di pecorino e tartufo bianco”. Secondo classificata la Alba, con lo chef Andrea Serale del “Ristorante La Madernassa” con la ricetta “Le langhe in un raviolo marchesiano”. "Sono contentissimo - ha esordito felice lo chef Paolo Fiaschi - non me lo aspettavo anche perché il finalista insieme a me è un giovane chef bravissimo. Forse l’esperienza ha pagato e sono riuscito ad esaltare il tartufo, rispetto alla tecnica. Spero che in futuro continui una rassegna così bella". Il giudizio di Edoardo Raspelli, presidente di giuria: "Due piatti molto buoni, la giuria tecnica ha dato un giudizio pressoché uguale. Avevamo la fantasia del giovane chef emergente molto bravo e un piatto più legato alla tradizione di uno chef altrettanto bravo. Comunque tutto questo ha esaltato il tartufo bianco di Acqualagna". Partecipavano Gubbio, Acqualagna, Isernia e Amandola.