Quotidiano Nazionale logo
28 apr 2022

Finto legale truffa anziana fanese

Si era presentato come avvocato a un’anziana fanese e, con la classica scusa dell’incidente in cui era rimasto coinvolto il figlio, si era fatto dare gioielli per un valore totale di 4mila euro e 150 euro in contanti. "Sono i soldi che servono come cauzione o suo figlio rischia di andare in carcere" le aveva detto il finto legale, che si era presentato col nome di "Alfano". E la donna aveva abboccato e pagato. Ma nel giro di poco, il raggiro è stato scoperto e l’autore denunciato. Ora l’uomo, un 61enne di Napoli, è a processo con l’accusa di truffa aggravata dall’età della vittima. Secondo il capo di imputazione, alla messinscena avrebbero partecipato anche altre persone, ma le indagini non sono riuscite a identificarle. Il 61enne aveva chiesto alla donna 2.600 euro, somma necessaria a impedire che il figlio finisse in carcere. E lei, spaventata, aveva esaudito la richiesta. Processo aggiornato.

e. ros.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?