COMBATTIVO Don Mario Guidi, 76 anni, milanese, parroco da due anni e mezzo a Gabicce mare non si aspettava di ritrovarsi aggredito e picchiato in canonica da una donna che lo voleva rapinare
COMBATTIVO Don Mario Guidi, 76 anni, milanese, parroco da due anni e mezzo a Gabicce mare non si aspettava di ritrovarsi aggredito e picchiato in canonica da una donna che lo voleva rapinare

Pesaro, 19 gennaio 2019 - Volevano rapinarlo. Ma non ci sono riusciti. Così l’hanno picchiato a sangue rubandogli anche la bicicletta appoggiata al muro. E’ accaduto l’altra sera al parroco di Gabicce mare don Mario Guidi di 76 anni. Dimesso dall’ospedale con 10 giorni di prognosi, al telefono don Mario racconta: «Sono arrivato qui a Gabicce due anni e mezzo fa dopo tanto tempo di sacerdozio a Milano. Ne ho viste di cose nella mia vita ma così mai. Un uomo sulla cinquantina d’anni è entrato in canonica chiedendo di dormire oppure voleva i soldi per andare in albergo. Gli ho risposto che non avevo letti né soldi per mandarlo in hotel. Mi risponde che è appena uscito dal carcere di Rimini ma essendo un industriale di Verona è conosciuto da tutti anche dai monsignori del Vaticano. Voleva che chiamassi monsignor Parolin che avrebbe potuto garantire per lui. Io gli ho risposto che doveva uscire da casa mia subito. Mentre faccio per accompagnarlo alla porta, vedo entrare una donna, più giovane, che comincia a prendermi a pugni e calci urlandomi che dovevo darle i soldi e tutto quello che avevo in tasca, compreso il cellulare. Ma siccome non avevo niente se non la carta di credito e il bancomat, ho reagito cercando di trascinarla fuori dalla canonica mentre l’uomo stava alla porta a guardare. Ho anche urlato molto e per fortuna ha sentito Bruno, il barista qui di sotto, che è accorso in mia difesa. I due malviventi sono fuggiti via a mani vuote ma con la mia bicicletta. Io però ho chiamato subito i carabinieri e loro in pochi minuti sono riusciti a mettersi dietro a quei due fino a bloccarli. So che poi li hanno arrestati per le botte che mi hanno dato. Io non voglio far del male a nessuno ma la gente che si comporta in questa maniera fa paura. Sono anche andato a farmi medicare all’ospedale di Cattolica. Non credo di aver riportato conseguenze per quelle botte, solo qualche ecchimosi. Non so nemmeno chi siano quei due ma spero di non incontrarli mai più».

La donna, che ha 41 anni, risiede a Saludecio ed è nota alle forze dell’ordine mentre l’uomo ne ha 50 ed è di Verona. Questi risulta avere precedenti penali molto gravi ma per ora non si conoscono i dettagli. Per il parroco di Santa Maria Annunziata di Gabicce è importante che la canonica possa essere ancora sicura: «Vengono sempre le persone a chiedere un aiuto – dice don Mario – ma nessuno era arrivato a mettermi le mani addosso malmenandomi. Quei due fanno paura, soprattutto la donna». Per oggi è previsto l’interrogatorio di convalida degli arresti. Ad indagare sono i carabinieri di Gabicce mare.