Giro d’Italia: a teatro, l’evento nell’evento

Sabato prossimo andrà in scena uno show inedito per presentare il programma e l’itinerario dell’arrivo di tappa a Fano, il 16 maggio

Giro d’Italia: a teatro, l’evento nell’evento

Giro d’Italia: a teatro, l’evento nell’evento

di Tiziana Petrelli

Uno spettacolo per raccontare il grande spettacolo in mondovisione. Al Teatro della Fortuna di Fano, sabato pomeriggio (ore 17.30) andrà in scena uno show inedito per presentare il programma dell’arrivo di tappa a Fano del Giro d’Italia 2024. Un evento nell’evento di cui gli amministratori non hanno anticipato nulla nella conferenza stampa di presentazione di ieri, in Comune. Se non che in quell’occasione verranno illustrate le strade in cui il 16 maggio prossimo passerà la corsa rosa e i parcheggi intorno al centro storico che dal giorno prima verranno svuotati di macchine per far posto ai mezzi della carovana di tecnici e tv dell’evento sportivo più famoso d’Italia nel mondo.

Top secret anche il punto di arrivo dell’attesissima corsa: sarà forse proprio all’ombra di Porta Maggiore, dato che l’Arco d’Augusto si accenderà di rosa in occasione dell’arrivo di tappa? Chissà. "Non sarà un semplice arrivo - ha annunciato il sindaco di Fano Massimo Seri - perché abbiamo pensato ad un percorso che magari aumenterà i disagi, ma sicuramente anche lo spettacolo". Disagi per chi? "Chiediamo un piccolo sacrificio a tutti - ha aggiunto l’assessore allo Sport e ai Lavori Pubblici Barbara Brunori -, perché per un giorno la città si bloccherà per permettere alle 2500 persone a seguito del giro di poter lavorare nelle migliori condizioni. Chiuderemo parte del centro storico e tutti i parcheggi intorno. Anche i tanti cantieri che ci sono in città saranno gestiti in modo tale da permettere a Fano di mostrarsi al meglio. E chiaramente asfalteremo tutte le strade in cui passerà la corsa".

Ma anche per i ciclisti impegnati nella 12esima tappa Martinsicuro-Fano non sarà un arrivo semplice. "Giovedì mattina, tre ciclisti per ogni società fanese, in totale una quindicina, abbiamo percorso gli ultimi 20 chilometri della tappa - racconta Valter Iacomucci, presidente della S.c.d fanese - che gira intorno Fano, mostrando mare e colline. Lo abbiamo fatto a favor di telecamere per realizzare il video che verrà proiettato a teatro sabato pomeriggio, che mostra la strada del Giro in ogni suo tratto. Perché nella precedente tappa fanese del Giro (era il 2012, ndr), da San Costanzo erano venuti giù diritti, mentre questa volta è stata pensata una variante che va su in collina. Una trovata che oltre a mostrare il nostro bel territorio serve a dare un po’ di movimento al giro, spezzare il gruppo… Devo dire che è stata un po’ tosta".

Nello spettacolo a teatro (ingresso libero fino ad esaurimento posti) aperto dal canto delle voci bianche del coro "Una scuola tra le Note di Bellocchi", verrà mostrato anche cosa è stato il giro l’altra volta e cosa sarà questa, in un mese che inizia con un altro bell’evento sportivo, la Collemarathon, meno popolare ma altrettanto spettacolare nel suo percorso. "Tra le 21 tappe, i 21 territori e le 21 eccellenze mostrate dal Giro - conclude l’assessore al turismo Etienn Lucarelli - c’è anche Fano. Lo scorso anno la tappa a Fossombrone è stata un grande spettacolo visto in 202 Paesi collegati".