"Gli uffici della Polizia locale all’ex caserma Paolini"

L’intento dell’assessora Cucchiarini. "L’idea è ristrutturare l’ex palazzina di Comando, quella che si affaccia su viale Gramsci"

"Gli uffici  della Polizia locale all’ex caserma Paolini"

"Gli uffici della Polizia locale all’ex caserma Paolini"

Sono troppo piccoli gli spazi di quella palazzina al civico 2 di via Mura Malatestiane, all’angolo con via Castacane, per il rinnovato corpo della Polizia locale di Fano che da 47 agenti a tempo pieno e 10 stagionali di quattro anni fa ne conta oggi 62 (comprese 9 unità di personale amministrativo che coadiuva giornalmente gli agenti in divisa). Una lunga e faticosa rampa conduce a una porticina stretta che introduce in quel quadrato contornato di porte su cui si affacciano l’angusto spazio riservato al piantone e l’ingresso vero e proprio agli uffici: sempre pieni zeppi di cittadini in cerca di aiuto e di scaffali, scartoffie e scrivanie insufficienti ad accogliere la enorme mole di lavoro per assolvere i vari compiti svolti dai vigili urbani. Per questo l’assessora alla Polizia Locale Sara Cucchiarini, che a quella funzione associa anche quella del Patrimonio, sta lavorando "alacremente - ha sottolineato in occasione delle celebrazioni per il 160° anniversario del Corpo - per assegnare una nuova e più adeguata sede al corpo di Polizia locale di Fano".

"Da tempo siamo in contatto con il demanio - prosegue Cucchiarini - per ottenere il trasferimento della proprietà dell’ex caserma Paolini, luogo caro ai fanesi e che consideriamo il migliore per ospitare anche questo comando tra le funzioni di questo comune". Con questa certezza prosegue il percorso che porterà il Comune a presentare il progetto di valorizzazione e ri-funzionalizzazione del complesso ex Caserma Paolini. Dopo che grazie alla legge del federalismo demaniale del 2010 questo immobile sarà passato gratuitamente dal Demanio al patrimonio comunale. L’intenzione del Comune (che ha la capacità di sostenere la riqualificazione a livello progettuale ed economico) è ristrutturare parte dell’ex palazzina di Comando, quella che si affaccia su viale Gramsci, per collocarvi il corpo di polizia urbana. "Ringrazio l’amministrazione - ha sottolineato la comandante AnnaRita Montagna - consentendomi di rinnovare il parco mezzi e investire nella formazione del personale. Ma soprattutto per l’assunzione di agenti e ufficiali, risorse umane indispensabili e che non possono essere sostituiti da alcuna tecnologia. Perché le telecamere (passate da 4 a 140 negli ultimi quattro anni, ndr) non servono a nulla se poi non ci sono dietro uomini e donne che gli danno seguito, rintracciando conducenti coinvolti in incidenti che si danno alla fuga o fermando veicoli sospetti".

Tiziana Petrelli