Quotidiano Nazionale logo
9 mag 2022

Green pass Pesaro, raffica di denunce contro Filisetti

Presentate 50 querele per abuso d’ufficio in varie procure delle Marche contro il dirigente regionale dell’ufficio scolastico 

Marco Ugo Filisetti, dirigente dell’ufficio scolastico della Regione Marche
Marco Ugo Filisetti, dirigente dell’ufficio scolastico della Regione Marche

Pesaro, 9 maggio 2022 - L’avvocato Pia Perricci di Vallefoglia ha presentato 50 querele per abuso d’ufficio in varie procure delle Marche contro il dirigente regionale dell’ufficio scolastico Marco Ugo Filisetti. Il legale di Vallefoglia è stato incaricato di procedere penalmente da una cinquantina di insegnanti, non vaccinati ma guariti dal covid, che si sono visti recapitare una circolare del dirigente Filisetti che li obbliga di fatto, per chi è guarito da oltre 3 mesi, a stare a casa pur in vista di scrutinii ed esami perché il suo green pass sarebbe scaduto. Dice il legale: "Filisetti ha adottato in maniera del tutto arbitraria una norma che riguarda i sanitari ma non gli insegnanti. Sta attuando un abuso d’ufficio o meglio di potere che non può essere tollerato perché lede il diritto al lavoro. Non solo: sta creando un danno erariale incredibile. Pur senza una norma che lo imponga, costringe questi insegnanti guariti da oltre 90 giorni oppure da 120 giorni con una dose vaccinale fatta, a mansioni di diverso tipo, in sostanza li parcheggia in qualche stanza da soli, e nello stesso momento assume supplenti pagando due volte per la stessa cattedra. Sono danni erariali di cui, a parere nostro, dovrà rispondere davanti ai giudici contabili. Lo stesso presidente della regione Marche Acquaroli ha preso posizione scrivendo al Ministero dell’istruzione per chiedere un intervento rapido e chiarificatore per impedire questa ingiustizia".

Continua l’avvocato Perricci: "I genitori sono preoccupatissimi per il fatto che i loro figli si potrebbero trovare senza il loro insegnante al momento degli scrutinii o addirittura degli esami se studenti di terza media o di quinta. Mancherebbe la continuità didattica rappresentata dall’insegnante tanto è vero che un supplente che termina il servizio per il rientro del titolare agli inizi di maggio, è tenuto a rimanere a scuola per garantire proprio quella continuità didattica alla classe in vista degli esami. Auspichiamo quanto prima il superamento di questa improvvida circolare a firma Filisetti".

ro.da.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?