I Suoni delle Alte Marche, 27 eventi gratuiti dal 7 luglio al 10 settembre

Presentata la rassegna artistico-musicale "I Suoni delle Alte Marche - Summer 2023", 27 eventi di musica, prosa e recitazione ad ingresso gratuito in 9 Comuni dal 7 luglio al 10 settembre. Artisti di fama internazionale per un tragitto esperienziale di conoscenza, relazione ed emozione.

I Suoni delle Alte Marche, 27 eventi gratuiti dal 7 luglio al 10 settembre

I Suoni delle Alte Marche, 27 eventi gratuiti dal 7 luglio al 10 settembre

Presentata in Provincia la rassegna artistico-musicale "I Suoni delle Alte Marche – Summer 2023", coordinata dall’Unione montana del Catria e Nerone in collaborazione con i Comuni di Acqualagna, Apecchio, Arcevia, Cagli, Cantiano, Frontone, Piobbico, Sassoferrato e Serra Sant’Abbondio. "Un lungo viaggio con 27 eventi di musica, prosa e recitazione ad ingresso gratuito – sottolineano gli organizzatori - che partirà venerdì 7 luglio e terminerà domenica 10 settembre, attraverso una rete di collaborazioni. Coinvolti vari operatori del settore come "Alte Marche Altra Musica - Musicamorfosi", "Terre Sonore- Fano Jazz Network", "Teatro Libero del Monte Nerone", "Accademia del Teatro di Cagli" e "Teatro Alte Marche Compagnia". In cartellone, tra gli altri artisti, i recital pianistici di Alessandro Petrolati e Marco Ottaviani, il jazz di Amine Mraihi, la violinista Fakizat Mubarak, il soprano Laura Muncaciu, il basso elettrico di Manou Gallo, la presentazione del nuovo album di Mario Mariani, Aion Project Trio, Pjc Quintet, Imperial Quartet, la musica per viola da gamba di Luciana Elizondo e tanto altro. "La rassegna – ha detto il presidente della Provincia Giuseppe Paolini - tocca un territorio ricco di cultura, creatività, storia e tradizioni. Si tratta di un vero connubio fra musica, spettacoli e opere d’arte in grado di armonizzarsi con la bellezza dei borghi delle aree interne".

"La manifestazione – ha puntualizzato il presidente dell’Unione montana Catria e Nerone Alberto Alessandri - è la concretizzazione di un’idea di promozione territoriale di rete, a cui stiamo lavorando per portare le alte Marche a diventare una destinazione unica e coesa su tutti i fronti, inclusi quelli culturali e artistici". "Con ‘I Suoni delle Alte Marche’ - ha ribadito il coordinatore Sandro Pascucci - si vuole tracciare un itinerario estetico–estatico. Un tragitto esperienziale che intreccia conoscenza, relazione ed emozione attraverso suoni, musica e voce". Ha concluso il consigliere regionale Giacomo Rossi: "Si tratta di una lodevole iniziativa, valorizzata da artisti veri, capace di mettere insieme attraverso la musica e la cultura un territorio importante".

Luigi Diotalevi