Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

Il bocciodromo diventa un Centro polivalente

Taglio del nastro a Sant’Angelo in Vado per la rinnovata struttura, ora anche pronta ad accogliere congressi e concerti

Stefano Parri, sindaco di Sant’Angelo in Vado, al taglio del nastro nella struttura rimessa a nuovo
Stefano Parri, sindaco di Sant’Angelo in Vado, al taglio del nastro nella struttura rimessa a nuovo
Stefano Parri, sindaco di Sant’Angelo in Vado, al taglio del nastro nella struttura rimessa a nuovo

Dopo un lungo periodo chiuso per lavori torna fruibile dalla popolazione il bocciodromo di Sant’Angelo in Vado, che però nel frattempo, grazie agli interventi messi in campo, bocciodromo non lo è più ma sala polivalente. Il sindaco Stefano Parri ha voluto inaugurare la nuova veste delle struttura con un evento dedicato a chi in questi due anni di pandemia ha contribuito in maniera attiva e propositiva al sostegno della comunità Vadese e non solo.

"Oggi abbiamo una moderna struttura polivalente – spiega Parri – che mi piace vedere come struttura funzionale per tutto il territorio con la sfida che sarà quella di renderla fruibile per il maggior numero di eventi compresi quelli connessi al turismo congressuale. Questa progettazione che ricordo essere della passata amministrazione, che ringrazio, finanziata dalla Regione Marche sulla base di Fondi Europei ha comportato oltre la variazione della destinazione d’uso dell’immobile anche un significativo miglioramento nell’efficienza energetica dello stabile e dell’acustica, così da rendere l’immobile utilizzabile anche per piccoli eventi musicali".

L’inaugurazione è stata l’occasione di consegnare alcuni premi: "Un nostro importante riconoscimento va a Romeo Magnoni direttore dell’Area Vasta 1, a Michele Cartaginese, direttore del Distretto Sanitario di Urbino, e a Eugenio Carlotti e Augusto Liverani per la preziosa opera di sostegno e organizzazione della campagna vaccinale nel nostro territorio. Un premio è andato anche ai nostri medici di base, all’Antica Farmacia Galenica Vadese di Francesco Dini. Infine un particolare ringraziamento va a tutte le associazioni che in questo periodo difficile si sono distinte con iniziative a favore delle comunità locali. La protezione civile, la Croce Rossa, l’Anteas, le forze dell’ordine, e la parrocchia hanno svolto un ruolo di sostegno encomiabile. L’assessore ai servizi sociali Ezio Piai ha curato con dovizia l’iniziativa mentre l’assessore ai lavori pubblici Alessandra Ingegni ha costantemente monitorato l’avanzamento dei lavori e si è proficuamente attivata per superare le varie problematiche che via via abbiamo affrontato". Dopo le premiazioni sul palco della nuova sala polivalente, grazie al contributo dell’azienda Koremplast, si sono esibiti i SoapOpera Dream, con un repertorio lirico che ha riscosso grande apprezzamento.

Andrea Angelini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?