Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

Il coraggio di Chicca, atleta non vedente Prima bancaria, oggi punta alle Paralimpiadi

Anna Maria Mencoboni,. «Chicca» per gli amiic e per i suoi cari, mentre si dedica a un allenamento. E’ diventata atleta a 47 anni
Anna Maria Mencoboni,. «Chicca» per gli amiic e per i suoi cari, mentre si dedica a un allenamento. E’ diventata atleta a 47 anni
Anna Maria Mencoboni,. «Chicca» per gli amiic e per i suoi cari, mentre si dedica a un allenamento. E’ diventata atleta a 47 anni

L’11 aprile scorso la terza A della scuola Gaudiano ha intervistato Anna Maria Mencoboni, che preferisce farsi chiamare Chicca. Il nome Chicca è il soprannome da parte dei suoi genitori adottivi che l’hanno accolta nella loro famiglia, essendo cresciuta con questo nome lei si sente più vicina a quest’ultimo. Ha parlato della sua vita e del fatto che lei non è non vedente dalla nascita ma lo è diventata parzialmente nel tempo a causa di una malattia. Anna Maria ha deciso di diventare atleta a 47 anni. In precedenza ha lavorato in banca, ma il suo sogno era diventare magistrato antimafia, sogno che ha dovuto abbandonare per la malattia. Quest’oggi Anna Maria punta verso le paralimpiadi, l’apice per ogni atleta, dove lo sforzo, l’impegno e la passione trovano la loro massima espressione. Anna Maria ogni mattina si sveglia per andare ad allenarsi e ciò che le permette di correre, oltre alla forza fisica, è la fiducia poiché, non potendo vedere, deve essere legata utilizzando una corda ad una guida.

Il messaggio che Anna Maria vuole comunicare è che non si deve provare vergogna nel chiedere aiuto o nell’ammettere di aver toccato il fondo e non è corretto comparare o sottovalutare la propria sofferenza perché ciascuno la vive a proprio modo. Anna Maria vede oggi la sua disabilità come caratteristica distintiva e ne ha fatto un suo punto di forza, una donna che dopo aver toccato il fondo ed aver sofferto ha trovato il coraggio di sfidare la vita perché ha capito che è unica e bisogna godersela in ogni momento, amandola con tutto il nostro cuore.

Agnese Poggio, 3ª A

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?