Il Loreto Pesaro vince gara 2. Adesso si decide tutto a Ragusa

Loreto Pesaro 89 Virtus Ragusa 79 LORETO : Rupil 3, Lovisotto 7, Cevolini ne, Battisti 11, Cipriani 7, Monterisi ne, Maruca 23, Tombari ne,...

Il Loreto Pesaro vince gara 2. Adesso si decide tutto a Ragusa

Il Loreto Pesaro vince gara 2. Adesso si decide tutto a Ragusa

Loreto Pesaro

89

Virtus Ragusa

79

LORETO : Rupil 3, Lovisotto 7, Cevolini ne, Battisti 11, Cipriani 7, Monterisi ne, Maruca 23, Tombari ne, Tognacci 4, Broglia 9, Martinez 12, Casoni 13. All. Foglietti

RAGUSA: Brown 24, Piscetta 3, Epifani 3, Cioppa 1, Ugochukwu 7, Tumino ne, Vavoli 12, Sorrentino 3, Gaetano 26, Mirabelli ne, Calvi ne, Ianelli. All. Recupido

Note – Parziali: 28-24, 26-19, 15-16, 20-20. Progressivi: 28-24, 54-43, 69-59, 89-79. Usciti per 5 falli: Tognacci e Martinez (Pesaro); Gaetano (Ragusa)

Questa Ragusa non è invincibile. L’Italservice Loreto vince gara 2 della finale promozione in casa al PalaMegabox e pareggia i conti di questa serie molto equilibrata. Ed ora giovedì alle 20,30 si gioca in Sicilia la bella. Chi si impone vola in serie B Nazionale. Dopo aver perso l’andata in terra isolana, Pesaro davanti al suo pubblico si gasa e gioca una partita gagliarda. I gialloblu sono per gran parte del match con il muso avanti, dimostrando sicurezza e determinazione. Anche quando gli ospiti tornano sotto e provano a riaprire l’incontro.

Ma il team del presidente Lorenzo Pizza si tiene stretto il vantaggio e chiude con un buon margine di punti. Però il risultato finale non deve ingannare: è stata infatti battaglia. Nel corso della sfida è successo di tutto. Prima Battisti che si infortuna. Il play fanese infatti per una parte del match resta in panca per poi tornare nelle fasi calde conducendo i suoi all’importantissimo successo. Non solo, Maruca grande assente nel primo capitolo della saga, ieri sera si è riscattato. Per il numero 10 gialloblu al termine della gara sono 23 punti e tanta sostanza. Bene anche il solito Casoni. Dopo due tempi in cui il Loreto ha giocato con autorità, nella ripresa la Virtus ha iniziato a stringere le maglie difensive.

Da + 14 quindi il gruppo di Foglietti si è trovato nell’ultimo periodo a 3 minuti dal suono della sirena a – 6. Ma Loreto è rimasto lucido, mentre gli ospiti hanno sprecato un paio di occasioni per agguantare i marchigiani. A due minuti dalla fine arriva anche il tecnico a Battisti per simulazione di fallo. Il Ragusa spreca l’opportunità per avvicinarsi ulteriormente. Poi coach Recupito si becca due tecnici e viene espulso. A quel punto i pesaresi non dissipano il gap guadagnato e si regalano il biglietto aereo per tornare al sud.

b.t.