Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
12 giu 2022

Il San Domenico, l’operazione più assurda

12 giu 2022
alessandro; *consigliere quartiere centro
Cronaca

Alessandro

Bettini*

Quando arriverà il momento che il sindaco Ricci, la sua Giunta e una maggioranza appiattita e ubbidiente alzino le vele e lascino piazza del Popolo? Otto anni di annunci e di opere incompiute, otto anni di scelte, a volte, incomprensibili o dannose che si ripercuoteranno in buona parte, in modo irreversibile, sulla città e i pesaresi nei prossimi decenni e in alcuni casi per sempre. Ormai Ricci, tra una trasmissione televisiva e l’altra, ha perso il contatto con la realtà pesarese, prigioniero della smania di annunciare ogni volta qualcosa di sensazionale. L’esempio più eclatante è l’annunciata la volontà dell’interramento della strada statale, un’opera inutile e superflua che costerebbe milioni di euro quando Pesaro ha ben altre priorità.

Ma una delle operazioni più emblematiche e incomprensibili è il tante volte annunciato e sognato recupero dell’ex convento di san Domenico e che oggi sembra finito nel dimenticatoio. Di proprietà comunale fu venduto alla fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro perché divenisse un polo universitario ma fallita Banca Marche e chiusa Pesaro Studi del progetto sono rimaste solo le impalcature. Ricci ha riacquistato dalla Fondazione il complesso del san Domenico ma contemporaneamente ha venduto una parte dell’edificio prospiciente via Branca che rappresenta l’ingresso “nobile” al complesso. Ora Ricci prevede di cedere ai privati con una permuta, di dubbia utilità per la città, l’ultima parte prospicente via Branca rappresentata dalla saletta “san Domenico”, oggi al servizio della città e un domani, recuperato il san Domenico, porta d’ingresso al complesso. La cessione precluderebbe per sempre questa possibilità, dunque scelta incomprensibile bocciata all’unanimità dal consiglio del quartiere centro. Continuando così, prima del termine del suo mandato avremo altri annunci e altre incompiute ma, soffia il vento verso Roma, speriamo che sia affidato ad altri il compito di riparare i danni e completare le opere avviate senza nuovi annunci e con tanto buon senso.

*Consigliere quartiere centro

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?