Investita dal treno a Fano (immagine di repertorio)
Investita dal treno a Fano (immagine di repertorio)

Fano, 25 gennaio 2020 – Investimento mortale di una 24enne la notte scorsa sulla linea ferrovia Adriatica, nei pressi della stazione di Fano. Erano le 3.56 quando il macchinista del treno 58002/04 di GTS Rail, Bari Lamasinata-Bologna Interporto che trasportava merci non pericolose, ha avvertito un urto all'ingresso della stazione di Fano. Dopo essersi fermato per un controllo lanciando l'allarme, il treno è ripartito: gli accertamenti tecnici avevano dato esito negativo.

Aggiornamento L'amica: "Insieme tutta la sera"

Sulla linea è stata perciò prescritta la riduzione di velocità al treno successivo, il 58018 di GTS Rail, Bari Lamasinata-Milano, che però ha riscontrato resti di un corpo femminile sulla sede ferroviaria sull’itinerario di ingresso di Fano dove la coda del treno è rimasta fuori stazione. Il treno 58002/04 che l’ha investito è stato successivamente fermato a Rimini per accertamenti, dove è rimasto fermo in attesa di autorizzazione per la ripresa della corsa. Un altro treno il 58122 Merci, Bari Lam-Bologna S.Donato, è rimasto fermo in linea tra Marotta e Fano. Nessun altro treno in circolazione nella tratta Rimini-Fano fino alle ore 5. La circolazione è stata sospesa fino alle 6 ed è ripresa alternata sul binario dispari tra Fano e Senigallia. Sul luogo dell’investimento sono presenti la Polfer, la polizia scientifica, i necrofori e i tecnici RFI.