Urbino, 27 settembre 2015 - E’ nata Viola Cottini, la figlia di Ivan Cottini, il modello trentenne malato di sclerosi multipla. E’ stata davvero una notte da cardiopalma perché Cottini, conosciuto ormai per tutte le sue imprese e campagne di sensibilizzazione nei confronti della malattia, doveva sfilare a Montemaggiore al Metauro, ieri sera: Ivan doveva tornare in passerella e dimostrare per l’ennesima volta che la sclerosi non può impedire a nessuno di raggiungere i propri sogni.

Ma sulla passerella di Montemaggiore Ivan non è mai salito. E’ stato chiamato in ospedale a Fano per assistere la sua compagna, Valentina Fabiani, che stava mettendo al mondo la loro bambina: «La Vale è stata bravissima: ha fatto tutto in meno di due ore. Viola è nata e io ero lì. L’ho vista mentre nasceva e le tagliavano il cordone. Sono stanchissimo: sono in piedi da stamattina, sono caduto tre volte eppure non sento niente», sono le parole di Ivan Cottini a mezzanotte di ieri sera.

In ospedale Ivan ha trovato le telecamere delle tv che dovevano riprendere le sfilata a Montemaggiore e ha fatto una chiamata al luogo della manifestazione per spiegare cosa stava accadendo e il perché non si fosse presentato. Poi ha sfilato in ospedale, sorretto da due ragazzi, per tornare a solcare una passerella come faceva fino a 3 anni fa, prima che la malattia cominciasse a divorare il suo cervello e a togliergli, a poco a poco, alcune funzioni. Poi è arrivata Viola, la sua più grande vittoria e gioia: «Pesa 3 chili e 600 grammi, l’ho presa in braccio, l’ho vista», dice Ivan.

E’ tutto confuso: non può parlare perché è dentro il reparto di ostetricia a Fano, ma si sente che è stanco. E’ proprio stanco perché non ha portato con sé il cellulare per scattare uno dei suoi famigerati selfie, quelli che fa ad ogni occasione per dimostrare che lui non molla. Stavolta c’è qualcosa di più importante a cui pensare: ci sono le sue donne, Valentina e Viola. Per gli scatti ci sarà tempo.