Jacopo Antolini dal granata al biancorosso . Un terzino sinistro approda alla Vis di Stellone

E’ un classe 2004, dal piede mancino. Nell’agosto del 2021 è arrivato al Toro e ha iniziato a ritagliarsi spazio con Under 18 e Primavera

Jacopo Antolini dal granata al biancorosso . Un terzino sinistro approda alla Vis di Stellone

Jacopo Antolini dal granata al biancorosso . Un terzino sinistro approda alla Vis di Stellone

E quattro. Con passo cadenzato, nella settimana che conduce al raduno, la Vis inserisce un’altra pedina nell’organico. Dopo Paganini, Bove e Palomba (in ordine temporale di arrivo), nello specifico un esterno destro e due difensori, la società annuncia il quarto acquisto: si tratta dell’esterno Jacopo Antolini, un nome che da tempo compariva nella lista del direttore Michele Menga. Antolini, proveniente dalla Primavera del Torino, classe 2004, è stato acquisito a titolo temporaneo fino a giugno 2025. Piede mancino, viene descritto come uomo di corsa e progressione, oltre che di notevole fisicità. Nella Primavera del Toro ha messo insieme 48 presenze (16 nell’ultima stagione), un gol e un assist, giocando sia da esterno basso che da laterale di centrocampo. E in quest’ultimo ruolo intende utilizzarlo mister Stellone, che fa particolare affidamento sulle coppie di esterni. Antolini inizia la sua carriera nelle giovanili del Caldiero, società in provincia di Verona. A gennaio 2019 passa al Chievo Verona arrivando fino all’Under 17. Nell’agosto del 2021 approda a titolo gratuito al Torino (abile ad approfittare del fallimento del Chievo) e inizia a ritagliarsi spaio con Under 18 e Primavera. Qui si fa notare per qualità e prestazioni convincenti, tanto fa guadagnarsi diverse convocazioni in prima squadra e nei ritiri precampionato. Più volte Ivan Juric ha dichiarato di considerarlo un elemento molto promettente. Quella in maglia Vis sarà per lui la prima stagione nel professionismo.

All’appello della Vis ora mancano una mezza dozzina di elementi, possibilmente da reperire prima del ritiro di Cingoli (dal 19 luglio): un portiere, due difensori, un centrocampista, un trequartista e un attaccante. L’arrivo di Antolini, prezioso per le caratteristiche di esterno mancino, va a coprire un vuoto, ma su quel lato serve un altro centrocampista e resta sempre aperta la corsa all’ex Fermana Niang.

A fronte degli arrivi, ecco un paio di partenze: da ieri Davide Zagnoni è ufficialmente un giocatore del Carpi. La Vis comunica di aver raggiunto l’accordo con la società emiliana per la cessione del calciatore a titolo definitivo e augura a Davide, che aveva espresso il desiderio di avvicinarsi alla sua Modena, le migliori soddisfazioni professionali e personali. Zagnoni al Carpi ha firmato un contratto biennale: ‘Dopo 17 anni torno a casa, non vedo l’ora di iniziare’, ha detto il difensore che in maglia Vis ha totalizzato 36 presenze (comprese le 2 di playout) e 3 reti. Riccardo Zoia invece è sempre più vicino alla Ternana. Scaduto il prestito e saltata a causa della retrocessione la clausola dell’obbligo di riscatto, la società rossoverde è intenzionata ad acquisirlo comunque a titolo definitivo e sta trattando con la Vis la cifra del cartellino.

Dagli altri campi: la Lucchese ha ingaggiato il terzino Edoardo Antoni, classe ’99, nativo di Lucca, reduce dalla Serie D al Tau. L’attaccante ex Gubbio King Udoh si accasa al Trapani (girone C). L’ex Vis Di Donato è il nuovo allenatore dell’Altamura. Rosettano Navarra, ex patron di Vis e Fano, ultima stagione al Pontedera, si ritira dalla trattativa per l’acquisizione del Pescara.