Quotidiano Nazionale logo
21 apr 2022

La guerra e le parole per dirla: ecco quelle dei ragazzi della 2ª F

Le nostre parole sulla guerra: Classe II F Dopo aver partecipato al ciclo di incontri promosso dal Comune di Pesaro “ Le parole per dirlo” con i Fabrizio Battistelli e Raffaele Mantegazza, abbiamo raccolto alcune riflessioni sulla guerra. "Per me la guerra non è bella e quella che è in corso adesso tra la Russia e l’Ucraina mi ha colpito in particolare, perché non è bello sentire che molte persone muoiono e hanno molta paura. Io mi chiedo perché bisogna fare una guerra per risolvere dei problemi; penso che non ci sia bisogno di farne una per qualcosa che si potrebbe risolvere diversamente". (Sara Zermian) "Per me la guerra è una cosa ingiusta che viene fatta da persone ricche e potenti a cui non importa di quante persone muoiano sotto le bombe o di quanti civili siano coinvolti o dei bambini a cui viene tolta la famiglia o peggio e più spesso la vita. Ecco perché fin da piccoli bisogna insegnare la pace, e bisogna risolvere i conflitti con la diplomazia”. (Davide Zagaria). "Molti soldati non vorrebbero combattere, ma sono costretti. La guerra è voluta da un capo di stato e chi non la pensa come lui viene incarcerato. Mi dispiace che molte persone muoiano e che molte famiglie si siano dovute dividere". (Gregorio Roselli Bevilacqua). "La violenza non sarà mai la via giusta per fare le cose, perché l’uomo non è nato per fare violenza. La guerra è sinonimo di violenza, e in Ucraina, stanno soffrendo in tantissimi. La guerra non è giusta, perché tanti muoiono; speriamo che finisca al più presto". (Federico Renzoni).

"La guerra mi ha insegnato che si può ferire facilmente, perchè ci sono persone che vengono uccise; molti paragonano la guerra a un conflitto, ma il conflitto si può risolvere con un compromesso, invece la guerra causa vittime". (Davide Marangoni) "E’ più facile fare del male ad una persona che del bene, perché per fare del bene devi conoscerla molto bene e pensare a come renderla felice. Sto male pensando che molti soffrono, ho visto delle bruttissime immagini al tg, non posso nemmeno immaginare cosa stiano provando quelle persone. Sarebbe bello poterle aiutare tutte ma io l’unica cosa che ho fatto è regalare dei miei vestiti che non mi andavano più e dei giochi ad un bambino di 11 anni che è ospitato a Pesaro con sua madre. Io spero di cuore che tutto questa finisca presto". (Gianluca Bussetti). “Per me la guerra è una battaglia che quasi sempre non porta niente di buono,che può durare molto tempo, uccidere milioni di persone e in questi tempi potrebbe distruggere il mondo. Anche chi vince, alla fine non vince davvero.” (Alberto Bernardini). "La guerra non è mai una cosa giusta e il torto non sta mai da una sola parte e bisogna sempre aiutare come si può, come ad esempio mandare del cibo alle popolazioni che hanno perso la casa". (Lucrezia Alessi)

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?