La Tm assente all’Eicma: "Fatta una scelta diversa"

TM Moto, azienda di alta gamma nel settore delle due ruote, non partecipa al Salone del Ciclo e Motociclo di Milano. Offre test drive ai clienti, produce moto da cross ed enduro, e ora anche bici da cross assistite.

Un assente al salone del ciclo e motociclo di Milano: la Tm. Che da giugno si è divisa. Da una parte i kart e dall’altra le moto, il cui stabilimento è rimasto nella sede storica di via Fano,

la traversa di via Milano. "Queta è la prima volta che non andiamo al salone a presentare i nostri nuovi modelli – dice l’ad, Mattia Serafini – perché abbiamo voluto fare una scelta diversa: stiamo organizzando per la nostra clientela dei test driver, non solo in Italia, che devo dire sono andati molto bene perché in alcune occasioni abbiamo dovuto mandare via la gente".

La Tm Moto è sul mercato con supermoto, quindi moto da cross ed anche da enduro "e partecipiamo anche ai campionati e dal prossimo anno puntiamo anche a partecipare alle competizioni dove corrono i giovanissimi", continua Serafini. Che continua: "Il mercato sta andando bene anche se non è più vivace con ai tempi del covid quando la richiesta era altissima e si doveva lavorare giorno e notte per far fronte alla domanda: abbiamo prodotto e venduto anche più di tremila moto. Non è come prima ma non ci possiamo lamentare. Anzi".

Nel settore la Tm moto viene vista come una moto di altissima gamma "perché curiamo non solo l’estetica ma anche i motori perchè alcuni pezzi li facciamo noi. Insomma sono moto molto curate".

La Tm produce modelli sia a quattro tempi che a due tempi, ma a iniezione.

Una specie di ‘nicchia’ dell’alta gamma delle due ruote ed ora questa azienda sbarca anche nel campo delle bici da cross assistite, col motore, e cioè di quelle che ti permettono di andare per monti per perdere l’anima lungo le salite.