Quotidiano Nazionale logo
12 mag 2022

"L’accordo sul Petriccio segna una svolta"

Maggioranza e minoranza in consiglio comunale cantano vittoria: si è trovata l’intesa per una zona di sviluppo strategico

Non accade spesso che un Consiglio comunale si esprima all’unanimità su un punto all’ordine del giorno. Se poi quel voto è seguito da una soddisfazione generale, vuol dire che la questione era molto sentita. Ciò si è visto martedì, quando l’organo ha approvato l’accordo tra Comune e Università sull’area del Petriccio, offrendo un punto di svolta a una vicenda partita 50 anni fa e che tante amministrazioni hanno cercato di dirimere, affinché quella parte di città, cerniera tra la Urbino antica e la Urbino moderna, potesse avere un degno sviluppo urbanistico. "È una delibera epocale – ha commentato il sindaco, Maurizio Gambini –. Parliamo di un’area che ha avuto evoluzioni, ma con progetti mai attuati, per una serie di motivi. Dato che i tempi e le necessità richiedevano di andare avanti, abbiamo lavorato a una variante al Prg per sbloccare tutto. Il progetto è sostenibile economicamente: agganciandoci al Pnrr lo sarebbe ancora di più, ma progredirà anche se non ci riusciremo". Due sono i complessi che attualmente sorgono nell’area del Petriccio: Scienze motorie, con la sede, aule, palestre e i cosiddetti “palloni“, e gli ambulatori che ospitano medici di base e guardia medica. Fino a lunedì, la proprietà della zona era ripartita tra Comune, Università e Asur. Con la delibera approvata, il Comune ha dato in permuta la propria percentuale, in cambio di alcuni terreni agricoli dell’Ateneo "in due parchi, mi piace chiamarli così, che sono importanti e che vogliamo sviluppare e valorizzare a fini turistici", ha spiegato Gambini. Resta ora da definire l’accordo tra Università e Asur per l’acquisizione della restante parte del Petriccio, ma l’azienda e la Regione hanno mostrato "disponibilità e interesse, e di questo li ringrazio", dice il sindaco, e nella delibera si legge che la Carlo Bo "si impegna a concordare specifico accordo, con la stessa Asur". ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?