Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
10 giu 2022

"Le baby gang si moltiplicano" E il Siulp lancia l’allarme organici

Congresso provinciale del sindacato di polizia, Marco Lanzi confermato alla guida della segreteria. Preoccupano i numeri: "Da qui al 2025 andranno in pensione 80 agenti e non saranno rimpiazzati"

10 giu 2022

Dal fenomeno delle baby gang all’emergenza immigrazione, dalla carenza dell’organico al rebus sulla nuova Questura con tanto di stoccata al sindaco di Pesaro. Il nono congresso provinciale del Siulp di ieri è stato l’occasione per fare il punto sui temi più caldi per il nostro territorio. A illustrarli, il segretario provinciale uscente Marco Lanzi, riconfermato alla guida del sindacato. "Le baby gang si stanno moltiplicando – ha fatto presente Lanzi – e l’unico modo per arginare il fenomeno è mettere in campo azioni di concerto con istituzioni, scuola e famiglia. Su questo fronte, il Siulp è da sei anni che entra nelle scuole per cercare di trasmettere ai giovani modelli comportamentali positivi e valori che permettano loro di agire nella vita reale e virtuale nel pieno rispetto degli altri e di se stessi. Cerchiamo di far capire il pericolo del web, il disvalore del bullismo".

In primo piano anche l’emergenza immigrazione. "Stanno arrivando moltissimi profughi in provincia – continua Lanzi – dall’inizio dell’anno sono già 332. Sono numeri molti più alti rispetto alle altre province come le nostre. Mentre una città come Bologna ne ha accolti molto meno di noi. Sono troppi, non ce la facciamo, si rischia di avere un impatto negativo sulla sicurezza".

Soprattutto in rapporto all’altro dato preoccupante: quello della "voragine dei pensionamenti e quindi sempre più carenza di organici: abbiamo 350 poliziotti, dovremmo averne 435 solo di operatori di polizia. Quindi ce ne mancano 94 in tutta la provincia. Ma il problema è che da qui al 2025 ne andranno in pensione 80 per limiti di età e non saranno rimpiazzati". Con la conseguenza che "le nostre strade non sono presidiate: sta scomparendo la polizia stradale, non c’è più, sono previsti 126 agenti in provincia e ne abbiamo 98. Altri 18 fino al 2025 andranno in pensione. Ciò significa che nelle ore serali abbiamo una sola pattuglia in autostrada, nessuna sulle strade provinciali di sera e di notte".

Poi Lanzi spinge sul tasto della nuova Questura: "Il sindaco ha fatto un recente proclama sulla nuova sede nella caserma del 28esimo Pavia, ma non esiste ancora nessun progetto definitivo e, allo stato attuale, dei 6000 metri quadri necessari, ne sono disponibili solo 4000. Ma l’annuncio sulla nuova Questura non dovrebbe farlo il sindaco ma il prefetto e il questore. Qui a Pesaro, la politica non ci ascolta. Invece la presidenza del consiglio regionale delle Marche ha istituito un tavolo in cui ci ha ascoltato. Grazie al loro intervento siamo riusciti a bloccare una scelta negativa sulla nuova sede del commissariato di Urbino". Spazio sarà dato al tema dei suicidi "su cui faremo un congresso per approfondire il disagio tra le forze dell’ordine". In ultimo, Lanzi ha ringraziato il grande cuore dei pesaresi che "hanno donato tramite il Siulp 13.170 euro alla famiglia di Samuele Santi, il poliziotto morto in un incidente il 20 giugno 2021".

Al termine dei lavori, Lanzi è stato confermato alla guida del Siulp provinciale. Gli altri membri del direttivo eletti sono

Felicia D’Ascanio, Angela De Riso, Giancarlo Dimatera, Cristian Wirth, Alessandro Lombardi, Francesco Vetri, Andrea Bozzelli, Luca Del Papa, Mauro Simoncelli, Giancarlo Pizzano, Nicola Sacco, Lorenzo Scardacchi, Paolo Schifano e Massimo Regoli.

e. ros.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?