Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

Le vittime non riconoscono la ladra di Rolex

Doppio furto ai danni di due uomini, sotto accusa una 29enne. Però il confronto all’americana finisce senza il risultato sperato

Un confronto all’americana per individuare la ladra che li aveva derubati del Rolex. Ma le vittime, due anziani pesaresi, non l’hanno riconosciuta tra le 5 donne che gli sono state messe di fronte. E ora la responsabile del furto potrebbe anche farla franca. La ricognizione si è tenuta ieri mattina davanti al gip Giacono Gasparini. Accusata di aver sfilato i preziosi orologi dai polsi dei due uomini pesaresi, di cui uno di 82 anni, è una 29enne zingara, a quanto pare, proveniente da un campo di Bologna. Il furto con destrezza risale al 2020. I due anziani hanno raccontato come si sono svolti i fatti. L’82enne ha detto che aveva appena fatto la spesa ed aveva una borsa piena di pesche, quando a un tratto si è visto arrivare addosso quella donna tutta trafelata. "Sono una badante e non trovo più l’anziano di cui mi occupo, mi aiuti a cercarlo" le avrebbe detto la 29enne mentre continuava a buttarglisi tra le braccia. Un corpo a corpo così stretto che lo stesso uomo aveva temuto di poter essere frainteso da chi assisteva alla scena. "Penseranno che la sto molestando" era stata la sua preoccupazione. Così l’aveva allontanata con forza. E lei se ne era andata. Ma una volta a casa, l’82enne si è accorto che non aveva più il suo Rolex. Più o meno stesso copione, con finale identico, anche per l’altra vittima che ha detto però di essere caduto per colpa di quell’abbraccio e di essersi anche fatto male. Ieri mattina i due uomini sono stati messi di fronte a 5 donne tra cui la presunta ladra (difesa dall’avvocato Andrea Margotti del foro di Bologna. I due le hanno passate in rassegna con lo sguardo, ma quando è stato il momento di di indicarle, hanno finito per puntare il dito su quelle sbagliate, più alte e slanciate rispetto all’indagata. L’esito della ricognizione non è stato quindi d’aiuto alle indagini. E l’accusata, ammesso che sia lei l’autrice del furto, potrebbe farla franca.

e. ros.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?