Londei e Cangini: "Ottimo recuperare la Baita"

Piace il progetto del Comune di Urbino con Fossombrone e Isola del Piano.

Nel prossimo Consiglio comunale di Urbino, quello del 7 ci sarà un ordine del giorno dedicato all’area della Baita delle Cesane. Un luogo centrale per diversi territori comunali e molte generazioni che lì hanno passato momenti conviviali e di divertimenti, ma anche per i visitatori che ne hanno trovato ristoro. Il movimento Civico “Urbino e il Montefeltro“, che vede ne banco della minoranza ducale Giorgio Londei e Federico Cangini, con una nota spiega: "Abbiamo sostenuto, da sempre, la richiesta di tanti cittadini di poter riaprire la mitica Baita delle Alte Cesane con una proprietà (ovviamente con il terreno circostante) tra i comuni di Fossombrone, Urbino e Isola del Piano. Il recente accordo tra questi tre Comuni e la Regione tramite il quale le Amministrazioni sono venute in possesso dell’immobile e dell’area per un valore di circa 160mila euro, ci trova concordi. E’ indubitabile che il recupero e la riapertura della Baita saranno un segnale molto importante per una struttura tanto cara ai cittadini, ai turisti e ai tanti giovani che potranno di nuovo usufruire di un bene che valorizza ancora di più le nostre Cesane decantate, tra gli altri, da Paolo Volponi e Umberto Piersanti", concludono.

fra. pier.