Luca Prima, 37enne, è morto in un incidente in Umbria
Luca Prima, 37enne, è morto in un incidente in Umbria

Mondavio, 23 agosto 2019 - Mondavio è sotto choc per la notizia della morte di Luca Prima, 37enne (papà di un bimbo di appena due anni) deceduto nel tardo pomeriggio di mercoledì sulla strada statale 71 ‘Umbro Casentinese Romagnola’, vicino al lago Trasimeno, nello scontro fra la sua Honda Cbr 600 con un furgone che procedeva in senso contrario. Un urto violento che ha provocato la morte sul colpo del giovane centauro, come constatato dall’équipe medica del 118 intervenuta sul posto con la polizia stradale, cui spetta ora la precisa ricostruzione dell’accaduto.

Il tragico sinistro si è verificato alcuni minuti prima delle 18,30, poco fuori l’abitato di Castiglione del Lago, su un tratto di strada purtroppo tristemente famoso per gravi incidenti. A dare la notizia ai genitori di Luca, il babbo Annibale e la mamma Caterina, sono stati, verso le 21,15 i carabinieri di Mondavio, avvertiti dagli agenti della polizia intervenuti sul luogo dello scontro.

Luca, operaio in un’azienda fanese legata al settore nautico, aveva una grandissima passione per la musica, amava esibirsi con la sua batteria e portava avanti corsi per aspiranti percussionisti per conto del corpo bandistico ‘Garavini’ di Terre Roveresche. «E’ proprio così – racconta con la voce rotta dall’emozione il presidente della banda, nonché consigliere comunale, Sauro Baldini –; Luca era un batterista provetto. Si esibiva insieme alla nostra formazione e, inoltre, da alcuni anni era il nostro insegnante degli strumenti a percussione nei corsi di orientamento musicale che organizziamo insieme al Comune. Quando ho saputo ciò che era successo – aggiunge Baldini – mi è crollato il mondo addosso –. Lui era un ragazzo molto mite, socievole, attento a tutto e a tutti, e rispettoso. I bambini che frequentavano i suoi corsi lo adoravano e adesso sarà molto doloroso spiegare loro che non ci sarà più. E’ tutto maledettamente tragico. A settembre avremmo dovuto ricominciare con le lezioni».

Molto colpito anche il sindaco di Mondavio Mirco Zenobi: «Mercoledì sera sono stato insieme al suo babbo Annibale, artista, all’inaugurazione di una mostra. Pensare che in quei momenti era felice e che poco dopo ha avuto la notizia più tragica che può ricevere un papà è devastante. Esprimo ai genitori di Luca e al fratello Alessandro le più sentite condoglianze da parte dell’intera comunità di Mondavio». Il corpo di Luca Prima si trova da mercoledì sera all’obitorio dell’ospedale di Perugia e nella giornata odierna potrebbe essere sottoposto ad autopsia. Dolo l’esame autoptico è atteso il nulla osta per la sepoltura.