Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

Manifesti in città pro-agnelli: "Basta ucciderli, sono creature"

Il manifesto di AnimalLiberAction affisso all’angolo tra via Solferino e via Giolitti, col pilota Giacomo Lucchetti e una volontaria,. non lascia spazio all’interpretazione
Il manifesto di AnimalLiberAction affisso all’angolo tra via Solferino e via Giolitti, col pilota Giacomo Lucchetti e una volontaria,. non lascia spazio all’interpretazione
Il manifesto di AnimalLiberAction affisso all’angolo tra via Solferino e via Giolitti, col pilota Giacomo Lucchetti e una volontaria,. non lascia spazio all’interpretazione

Arriva la Pasqua e solo in Italia vengono uccisi per l’occasione 350mila agnelli. Per questo l’associazione AnimalLiberAction ha avviato sul territorio nazionale e anche a Pesaro l’iniziativa "attacca il manifesto" Il cartellone è stato affisso in via Giolitti angolo via Solferino (ex concessionaria Alfa Romeo) grazie alla mobilitazione locale degli associati guidati da Marco Nicoletti. Che dice: "Il manifesto può sensibilizzare sensibilizzare le persone affinché evitino di acquistare carne di agnello, animali allevati in cattività e vittime di violenza per soddisfare le nostre abitudini alimentari. Anche lo slogan scelto ’Tu fai la spesa, loro la pagano’ aiuta a far capire ciò che avviene soprattutto nel periodo pasquale".

L’iniziativa ha unito tanti volontari a Pesaro (tra loro anche il piloto Giacomo Lucchetti) e in tutta Italia, impegnati a contattare comuni ed aziende private per poter attaccare i manifesti nel maggior numero di città. Dove è stato già fatto ha avuto un innegabile riscontro. Parliamo di Pesaro, Brescia, Cagliari, Forlì-Cesena, Lecco, Medio Campidano, Milano, Napoli, Perugia, Prato, Roma, Salerno, Sassari, Siracusa e Trento. E’ stata anche creata una raccolta fondi dove chiunque può inviare un contributo a piacere per supportare questa importante iniziativa. Grazie a queste donazioni, la campagna di sensibilizzazione potrà continuare anche dopo Pasqua "poiché gli animali vengono uccisi ogni giorno e non solo nel periodo di Pasqua".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?