Marina dei Cesari, riaprono ristorante e bar

Dopo tre anni l’imprenditore senigalliese Paolo Piccinini, per tutti "il capitano", prende la gestione del locale per un anno

Marina dei Cesari, riaprono ristorante e bar

Marina dei Cesari, riaprono ristorante e bar

Riaprono dopo tre anni il ristorante e il bar de La Marina dei Cesari. Il bando pubblico ha visto la partecipazione di un ristoratore senigalliese, Paolo Piccinini, 62 anni, per tutti ’il Capitano’ perché così si chiama il suo ristorante di Senigallia. Un colpo di ‘vento’ per il porto turistico cittadino anche perché si ritrovava privo di servizi per chi gettava l’ancora: nemmeno un posto per bere una bibita. "Quanto tempo ci vuole per l’inaugurazione? Io credo ancora una decina di giorni perché siamo entrati in un locale che era chiuso da tre anni – dice Paolo Piccinini – e c’era ancora l’olio nella friggitrice. Il primo approccio è stato quello di arrivare in un posto terremotato".

Come arriva un senigalliese a Fano? Conosceva?

"No, non conoscevo Fano ma dicono tutti che è una città molto viva. Ci arrivo per il semplice motivo che nella palazzina dove ci sono il ristorante e il bar, ci sono anche due persone, due senigalliesi, che conosco da anni che hanno qui gli uffici. Per cui mi sono detto... dai che sei il matto di turno".

Trovato ostacoli?

"Diciamo che molti speravano che questo locale rimasse chiuso. Va bene così?".

Per quanto tempo lo ha preso?

"Per un anno poi vediamo".

Ma l’ex presidente del Fano calcio, Gabellini, ha detto che per un anno non valeva la pena...

"Sì, lo so, perché ci ho anche parlato, ma mi ha detto che in questo momento ha impegni importanti e non si può dedicare alla ristorazione anche se è un appassionato. Ci conosciamo perché è amico di Uliassi".

La filosofia del Capitano Piccinini?

"Il valore aggiunto di questo posto è la bellezza, per il resto io sono dell’idea che conti molto di più l’accoglienza e la qualità del mangiare. Non voglio far diventare questo posto un luogo per fighetti e il mio motto è volare bassi, quindi niente stelle Michelin. Deve essere un posto bello dove si mangia bene spendendo il giusto".

Carne o pesce?

"Io avevo anche un ristorante di carne, ma sono un uomo di mare per cui a me piace cucinare il pesce. Deve essere un luogo aperto a tutti".

Perché puntare su Fano?

"Per esempio perché è un polo importante dell’industria della nautica".

In questi giorni ha la sua barca a vela al porto per lavori anche l’ex capo della Protezione civile nazionale Guido Bertolaso. Ci rimarrà almeno fino al prossimo weekend.

"Sì, lo so. Spero sarà possibile stappare e bere una bottiglia con lui in un’area del ristorante che sarà rimessa a nuovo prima che prenda il mare".

E tra un anno?

"Per il porto si andrà a un’asta europea per cui i tempi sono lunghi. Per cui un anno di affitto è possibile che possa allungarsi anche a tre e forse più".

m.g.