Il ritorno della movida spaventa in tutta Italia
Il ritorno della movida spaventa in tutta Italia

Pesaro, lunedì 25 maggio 2020 - Rendere obbligatorio l'uso delle mascherine in tutte le zone della movida. E' la proposta che il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, farà domani in Prefettura in occasione della riunione del comitato per l'ordine e la sicurezza.

Leggi anche: Cura al plasma, via ai prelievi - Il bolettino aggiornato nelle Marche - Rebus centri estivi - La 'tassa covid' sugli scontrini

Il primo cittadino ha spiegato che "l'uso obbligatorio della mascherina nelle zona della movida aiuterà anche le forze dell'ordine a fare i controlli, che nel prossimo weekend saranno molti". Rivolgendosi soprattutto ai più giovani, Ricci ha poi ribadito anche oggi che, nello scorso weekend, le cose non sono andate bene. "Sono tornati gli assembramenti delle compagnie dei più giovani davanti ai locali, spesso senza mascherine e distanze di sicurezza, come purtroppo è accaduto anche in altre città italiane. Con questi comportamenti, ci giochiamo l’estate”.

Ma per impedire gli assembramenti la soluzione non sono le chiusure o l'utilizzo delle fasce orarie, perché si rischierebbe di concentrare ancora di più le persone in un arco temporale più breve. Ecco allora la richiesta al prefetto di Pesaro-Urbino, Vittorio Lapolla, "che ha sempre dimostrato grande disponibilità e sensibilità – ha sottolineato il sindaco dem - perché già dal prossimo weekend ci possano essere controlli più massicci e interventi delle forze dell'ordine".

Una stretta che non riguarderà solo le città capoluogo, ma anche altri comuni, anticipa Ricci.