Medici di base, arriva un primo “rinforzo“

A Sassocorvaro-Auditore e Schieti due ambulatori temporanei. L’Ast ha fatto contratti a due dottori da poco pensionati

Medici di base, arriva un primo “rinforzo“

Medici di base, arriva un primo “rinforzo“

Dalla prossima settimana i cittadini senza medici di base della valle del Foglia torneranno a respirare, almeno un po’. L’Ast infatti farà partire due ambulatori temporanei di supporto alla Medicina Generale in due località.

Il primo presso l’ex ambulatorio comunale nella frazione di Schieti di Urbino, il secondo a cura del comune di Sassocorvaro Auditore nei locali della farmacia di Casinina.

L’idea, partita dal Distretto di Urbino per dare una risposta alla cronica carenza di medici di base, sarà così sviluppata: "L’ambulatorio di Schieti – comunica il Direttore di Distretto Romeo Magnoni – si trova in via dell’Emigrante e sarà aperto il martedì e il giovedì dalle ore 8 alle 12.30 e a visitare sarà il dottor Roberto Rossi. Il secondo, a Casinina, sarà svolto dal dottor Corrado Di Pietro nella giornata di martedì dalle ore 8 alle ore 13". Entrambi i medici sono ex medici di famiglia di Urbino, recentemente andati in pensione.

"In questa fase i medici effettueranno visite ambulatoriali su richiesta dei pazienti – spiega il Direttore Generale della AST Pesaro Urbino Nadia Storti – un altro passo verso una sanità più vicina ai cittadini e ai territori, continuiamo a lavorare in questa direzione". Secondo l’assessore alla Sanità della regione Saltamartini, "la Regione sta lavorando con l’Ast per ridurre al minimo il disagio dovuto allo spostamento dei cittadini, in larga parte anziani. Ringrazio dunque i medici per la loro disponibilità e i sindaci per aver concesso gli spazi da dedicare agli ambulatori". Questa prima risposta alle necessità ambulatoriali dei residenti dell’entroterra fa ben sperare in ulteriori sviluppi.