Quotidiano Nazionale logo
31 dic 2021

Pesaro, Melissa Balducci muore a trent’anni. Donati gli organi

La donna lascia due bimbi di 7 mesi e 5 anni. Fatale una emorragia cerebrale, i medici del pronto soccorso di Fano non hanno potuto nulla per salvarla. Oggi l’addio

benedetta iacomucci
Cronaca
featured image
Melissa Balducci aveva 30 anni

Pesaro, 31 dicembre 2021 - Aveva girato il mondo, trovato l’amore, cresciuto due bambini. Poi la scelta di tornare a casa, nella familiarità dei volti amici che non aveva dimenticato. Il progetto di Melissa Balducci, 30 anni compiuti lo scorso luglio, si è infranto durante la notte del 22 dicembre, quando un improvviso malore l’ha strappata ai suoi affetti. La giovane mamma è arrivata al Pronto soccorso di Fano per quella che poi si sarebbe rivelata una emorraggia cerebrale. E’ probabile che l’evento sia dipeso da quella che i medici definiscono malformazione artero venosa dell’encefalo. Si tratta di una anomalia congenita delle strutture vascolari cerebrali.

I medici hanno subito compreso la gravità della situazione e dopo gli opportuni accertamenti hanno trasferito la donna a Pesaro per un intervento neurochirurgico di urgenza. Poco prima, però, un altro episodio ha distrutto ogni speranza: la giovane mamma ha infatti subito un arresto cardiaco che ha compromesso il cuore, motivo per cui non è stato possibile prelevarlo come invece è stato fatto per gli altri organi, che la famiglia ha deciso di donare. Un episodio imprevedibile, secondo i sanitari: fattori di rischio cardiovascolari non erano riportati nel referto del Pronto soccorso.

Ricoverata, non si è più ripresa dal coma. L’altroieri è stata decretata la morte cerebrale e si è provveduto a procedere con il prelievo degli organi, grazie all’arrivo di un’équipe proveniente da Torrette di Ancona. La vita spezzata di una giovane mamma ha salvato quella di un’altra persona, proveniente da Catanzaro e ricoverata ad Ancona, a cui è stato destinato il fegato di Melissa. Prelevati anche i due reni. L’intervento è durato 4 ore, dalle 3.50 alle 7.50 della scorsa notte. Questa mattina alle 10, a Pian di Rose, saranno celebrati i funerali.

Proprio a Pian di Rose, Sant’Ippolito, Melissa aveva mosso i suoi primi passi verso la vita. Da settembre si era trasferita a Fano, con il compagno Stefano e i due bambini piccoli, uno di 5 e uno di 8 mesi, che stava ancora allattando. Lei e Stefano, originario di Latina, si erano conosciuti in Australia, dove anni prima erano andati per lavorare. Lei cameriera, lui cuoco, avevano iniziato la loro storia dall’altra parte del mondo, trasferendosi per un periodo anche a Londra, dov’era nato 5 anni fa il loro primo bambino. Come spesso accade, dopo aver spiccato il volo, aveva sentito il bisogno di ritrovare la tranquillità del terreno battuto, dei luoghi conosciuti, dei volti familiari. Ed erano tutti rientrati a Pian di Rose, il paese originario, dove Melissa faceva la mamma a tempo pieno. "Era una ragazza solare – la ricorda la cugina Raffaella Balducci –, sempre allegra, di buoni sentimenti. Legatissima alla sua famiglia. Ci mancherà tantissimo".
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?