Mochi: "Ritirare il progetto e trovare soluzioni alternative"

Mochi: "Ritirare il progetto  e trovare soluzioni alternative"

Mochi: "Ritirare il progetto e trovare soluzioni alternative"

"Quella di Riceci è una partita molto importante per il territorio, giocata però tutta nella “metà campo” del centrosinistra". Lo scrive Giorgio Mochi, commissario provinciale di Fratelli d’Italia: " La Regione Marche – prosegue – in questa specifica fase non ha pareri vincolanti da esprimere e competenze sullo specifico, si è comunque manifestata con un ordine del giorno votato all’unanimità e chiare prese di posizione da parte di assessori competenti e consiglieri. Il Comune di Petriano ha sempre manifestato il proprio diniego con atti amministrativi, cioè i documenti con i quali le pubbliche amministrazioni “parlano”. Ente delegato al rilascio della autorizzazione è la Provincia, amministrata in maggioranza da esponenti di centrosinistra con Fratelli d’Italia all’opposizione. La questione principale si gioca comunque in Marche Multiservizi società che, in teoria, avrebbe la maggioranza pubblica ma, in buona sostanza, è amministrata dalla quota privata, Hera (49% delle quote) e dal Comune di Pesaro (25%), se la Provincia, che ha un ruolo fondamentale, non ha la forza politica per contrastare le decisioni del potente sindaco di Pesaro e di Hera, una volta accordate queste due parti non ce n’è per nessuno. Fratelli d’Italia chiede agli enti preposti (Provincia in testa) di affrontare tutti assieme il problema del trattamento dei rifiuti per dare una risposta seria a cittadini ed attività industriali, con un progetto di ampio respiro ed una visione di lungo termine. La realizzazione di una discarica a cielo aperto, come si vuole a Riceci, rappresenta un sistema superato e assolutamente non realizzabile, per questo si chiede al consiglio di amministrazione di Marche Multiservizi di ritirare il progetto e trovare, assieme, soluzioni trasparenti, innovative e condivise da tutti gli attori delle nostre comunità".