Montalfoglio, il ’diamante’ brilla sempre di più

San Lorenzo, nella piccola frazione la piazza e le vie limitrofe diventeranno tutte nuove: l’appeal per turisti (e i ciclisti) sta crescendo

Montalfoglio, il ’diamante’ brilla sempre di più

Montalfoglio, il ’diamante’ brilla sempre di più

Hanno preso il via da alcuni giorni, nel suggestivo borgo storico di Montalfoglio, frazione di San Lorenzo in Campo, importanti lavori di ripavimentazione in selciato di piazza San Martino e dei vicoli limitrofi, per 125mila euro, che sommati agli altri due interventi di riqualificazione programmati (uno concluso e un altro in itinere) portano il totale degli investimenti per questo piccolo abitato di origine medievale che sovrasta la Valcesano a superare quota 405mila.

"L’importo di 125mila euro – spiega il sindaco Davide Dellonti – è finanziato per il 70%, pari a 87mila e 500 euro, tramite un bando dal Gal (Gruppo di Azione Locale) ‘Flaminia Cesano’ e per il restante 30% da fondi comunali. L’intervento riguarderà l’intera piazza San Martino e diversi vicoli limitrofi alla stessa, in perfetta prosecuzione con i lavori di pavimentazione già avviati nel 2023 e che hanno già riguardato l’arco d’accesso al borgo e il piazzale esterno antistante ad esso e che, terminate le opere attualmente in esecuzione sulla piazza e sui vicoli, verranno estesi pure alla rampa interna dopo l’arco. Anche questa pavimentazione è stata possibile grazie al bando del Gal, che ci ha consentito di ottenere 70mila euro su un totale lavori di 100".

"Pertanto - puntualizza Dellonti -, le risorse complessive per rifare piazze e stradine a Montalfoglio ammontano a 225mila euro, dei quali 157mila e 500 concessici dal Gal e 67mila e 500 messi dal nostro Comune".

E a queste cifre vanno aggiunti i 180mila euro a fondo perduto ottenuti dall’amministrazione laurentina dal Ministero della Cultura grazie al bando nazionale ‘Bellezza@Governo – Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati’, impiegati per il restauro di un significativo tratto di mura del borgo, inaugurato il 22 dicembre scorso: "Un restauro – riprende il sindaco – che ha consentito anche il recupero del bastione poligonale d’angolo, con il rinvenimento e il ripristino, in quella fase, di quattro antiche cannoniere".

Tornando ai lavori di pavimentazione, il primo cittadino conclude: "L’intervento avviato negli ultimi giorni e quello di realizzazione della rampa interna, saranno entrambi terminati entro il prossimo mese di giugno, regalando, insieme al restauro delle mura già portato a termine, una nuova immagine al borgo, di ulteriore appeal per i turisti, che già conoscono questi luoghi, frequentati tra l’altro anche da molti appassionati del bicicletta".

Sandro Franceschetti