Montelabbate, Pastore trovato morto in casa (foto d'archivio)
Montelabbate, Pastore trovato morto in casa (foto d'archivio)

Montelabbate (Pesaro Urbino), 16 agosto 2019 -  E' stato rinvenuto oggi pomeriggio poco dopo le 14 un cadavere in avanzato stato di decomposizione. Si trova all'interno di una casa in via Zambonini a Montelabbate. Ad attirare l'attenzione l'odore nauseabondo che usciva da una finestra lasciata aperta.

All'arrivo sul posto dei carabinieri, è stata fatta constatazione della morte di Massimo Pastore, di  47 anni. Era seduto sulla poltrona. A terra c'era molto sangue.  Celibe, Pastore era salito alla ribalta un mese fa per aver preso a morsi l'orecchio di un tecnico di una caldaia che gli stava facendo manutenzione. Per quell'episodio, il 47enne venne arrestato con obbligo poi di firma tre volte a settimana. Si difese dicendo di non aver preso dei farmaci per una sua malattia psichiatrica per la quale aveva chiesto la pensione.

Viveva con una compagna che da circa 10 giorni era in vacanza. Rimasto solo, si vedeva poco in giro. Oggi la scoperta del cadavere. Non ci sono segni di effrazione e alle finestre ci sono sbarre di ferro. Non solo: all'interno della casa c'erano due pitbull e nel garage altre due che non mangiavano quindi da giorni. Per ora gli inquirenti, escludono una morte violenta ma propendono per un malore dovuto al diabete di cui l'uomo soffriva, anche se attendono un primo esame del medico legale per avere maggiori certezze.