Mariana in reparto con Ioan, il nono figlio
Mariana in reparto con Ioan, il nono figlio

Pesaro, 24 ottobre 2021 - Nove figli, l’ultimo appena nato , e sentirsi pronta per farne dieci. Lei è Mariana Dantis, 37 anni, romena, diplomata in lingue, residente da un decennio a Serravalle di Carda (Apecchio) col marito Sandel Tanase Dantis, coetaneo, di professione boscaiolo. Mariana ha partorito l’altra sera alle 21.39 nel reparto di Ostetricia dell’ospedale di Urbino, diretto dal dottor Condemi. Che dice: "E’ la prima volta che facciamo nascere il nono figlio di una coppia. Tutto è andato bene. E’ stata una grande gioia per l’intero reparto".

Gli altri 8 figli di Mariana, il piccolo Ioan si aggiunge alla maxi famiglia
Il nome del bimbo è Ioan, pesava alla nascita 3.44 kg e da come è affamato il peso aumenterà in fretta. La mamma Mariana dice: "Ioan è bellissimo e i suoi fratelli e sorelle non vedono l’ora di averlo tra le loro braccia".

Alla domanda sul tipo di famiglia che ha in mente, Mariana risponde senza tentennamenti, con una proprietà di linguaggio non comune: "Abbiamo avuto il dono di essere io e mio marito persone perbene, in ottima salute, non beviamo, non ci droghiamo, non fumiamo, siamo fiduciosi sul futuro e non ci spaventa il lavoro. Sfruttiamo questi doni per formare una famiglia meravigliosa. E ci stiamo riuscendo".
 

Come organizzarsi, è semplice per Mariana: "Abitiamo in una grande casa, abbiamo cinque camere da letto per i figli e due macchine da sei e da sette posti per gli spostamenti. Non ci manca niente. Mio marito fa il boscaiolo, lavora sodo e siamo felici. Non ci siamo mai posti l’obiettivo di avere uno, due, cinque o nove figli. Se vengono li accettiamo con tutto l’amore del mondo. Per questo dico fin d’ora, da questo lettino di Ostetricia, che se arriverà anche il decimo sarà una grande gioia".
Ma ecco gli altri figli di Sandel e Mariana. Li presenta proprio la loro mamma: "La più grande è Alexandra, ha 17 anni e frequenta il liceo Classico di Urbino. Poi viene Nicolae, 15 anni, frequenta l’Itis di Urbino, indirizzo di elettronica, poi c’è Xenia, 13 anni, terza media, segue Ekaterina, di 12 anni, e poi Iosif di 9 anni, Maria di 8, Teodor di 4 e Veronica di 2 anni. L’ultimo, per il momento, è Ioan che è arrivato quasi in contemporanea col compleanno del suo papà che cade il 24 ottobre".
 

E al momento di andare a tavola, Mariana si regola all’antica: "Ognuno si dà da fare per preparare la tavola e aiutare il fratellino più piccolo. Si mangia tutti la stessa cosa e in genere, solo di pasta, se ne va ogni volta un chilo. Ma è ovvio che non basta questo, però il cibo non manca mai sulla nostra tavola".
Alla domanda se le istituzioni aiutino la famiglia Dantis, ecco la risposta di Mariana: "Noi non abbiamo chiesto nulla a nessuno perché cerchiamo di farcela da soli per tutte le esigenze dei ragazzi. Non è facile ma la dolcezza e la carica che ci danno ci permette di raggiungere qualsiasi obiettivo. Alcune famiglie ci offrono a volte degli alimenti e li ringraziamo perché ovviamente il cibo è sempre ben accetto. Capisco – dice Mariana – che nove figli siano ormai un’eccezione in Italia ma per noi no. Siamo di religione cattolica ortodossa, le nostre famiglie sono molto praticanti, e il dono di un figlio lo accogliamo sempre a braccia aperte".
 

Domani Mariana tornerà alla sua famiglia a Serravalle di Carda insieme a Ioan. Papà e fratellini hanno preparato una piccola festa di benvenuto. Un rito consolidato in casa Dantis