Claudio Balestri nel cuore dell’oasi ‘Oikos’
Claudio Balestri nel cuore dell’oasi ‘Oikos’
Ogni 5 giugno, dal 1974, si celebra la Giornata Mondiale dell’Ambiente, una data che ha l’obiettivo di ricordare ai cittadini di tutto il mondo quanto sia importante salvaguardare il pianeta che ci ospita. Proprio oggi l’azienda ‘Oikos, La Pittura Ecologica’ inaugura l’oasi Oikos (acronimo di: Organizzazione per l’Ambiente la Sostenibilità e l’Innovazione). Parliamo di un’oasi naturale che si estende per 130.000 metri quadrati, posizionata nel contesto del...

Ogni 5 giugno, dal 1974, si celebra la Giornata Mondiale dell’Ambiente, una data che ha l’obiettivo di ricordare ai cittadini di tutto il mondo quanto sia importante salvaguardare il pianeta che ci ospita. Proprio oggi l’azienda ‘Oikos, La Pittura Ecologica’ inaugura l’oasi Oikos (acronimo di: Organizzazione per l’Ambiente la Sostenibilità e l’Innovazione). Parliamo di un’oasi naturale che si estende per 130.000 metri quadrati, posizionata nel contesto del Parco Naturale San Bartolo, più precisamente nella prima collina della Riviera adriatica, sul promontorio che sovrasta Baia Vallugola. "Il cambiamento va prima di tutto pensato e voluto – commenta Claudio Balestri, Presidente di Oikos – Ogni produttore ha una forte responsabilità in questo, è colui che propone al mercato i prodotti da acquistare, che inserisce nella propria proposta materiali, servizi e tecnologie, che condiziona il consumatore con la sua forza pubblicitaria e fino ad oggi lo ha fatto troppo spesso senza pensare all’ambiente ma privilegiando i propri interessi economici". Per i visitatori sarà anche possibile percorrere il "Sentiero dei Pescatori", posto al margine della tenuta, che fino a qualche anno fa non permetteva il transito ai pedoni per via della pericolosità e dell’inaccessibilità dovute alla fitta vegetazione. Oggi, invece, il lungo sentiero è nuovamente agibile e sarà possibile, per i fortunati visitatori, ripercorrerlo a piedi proprio come facevano i pescatori di un tempo. L’oasi Oikos tenta, inoltre, di riqualificare l’ambiente circostante con l’idea che la natura è uno dei beni più preziosi che possediamo "Siamo sempre noi responsabili di ciò che accade – conclude Claudio Balestrieri – per questo bisogna far tutto il possibile per aumentare e sviluppare la sensibilità di ogni singolo individuo verso ciò che sarà domani". Il programma di oggi, giornata di inaugurazione, avrà inizio dalle 10, con l’apertura dei cancelli della nuova oasi Oikos e tutta la giornata sarà scandita da attività sportive e culturali, ma la vera chicca la si potrà ammirare alle 21 con il concerto al tramonto, che si concluderà alle 22 con l’osservazione delle stelle. Si ricorda che il numero di ingressi sarà limitato in base alle disposizioni di legge e pertanto sarà necessario registrarsi on-line o direttamente sul posto.

Giorgia Monticelli