Oltre un miliardo di telefonate

Un'indagine complessa condotta dai carabinieri del Ros ha portato alla ricostruzione dettagliata della pianificazione dell'omicidio Bruzzese, coinvolgendo l'analisi di oltre un miliardo di telefonate e l'uso di cellulari criptati.

Oltre un miliardo di telefonate

Oltre un miliardo di telefonate

Uno sforzo investigativo senza precedenti da parte dei carabinieri del Ros: è quello che è stato richiesto per la meticolosa ricostruzione della pianificazione del delitto Bruzzese, un regolamento di conti di cui il mandante sarebbe stata la cosca Crea. E’ stato necessario analizzare 1 miliardo e 250 milioni di quelle che in gergo vengono definite "righe di traffico", ossia telefonate. Una montagna di dati, una foresta di intercettazioni e di celle telefoniche analizzate sia prima che dopo e nei giorni stessi dell’omicidio. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti gli imputati hanno utilizzato utenze criptate, i cosiddetti "criptofonini", ossia cellulari che, attraverso un evoluto sistema di crittografia, consentono di sfuggire alle intercettazioni proteggendo il contenuto di comunicazioni che non devono essere ascoltate da nessuno.