Piscina di via Mattei, ultimi ritocchi "È il miglior impianto delle Marche"

La soddisfazione del sindaco durante il sopralluogo. Primi tuffi a settembre, dopo aver individuato il gestore. Gragnola della Fondazione: "Si potrà allestire persino una cucina". Ma per la ciclabile bisognerà attendere.

Piscina di via Mattei, ultimi ritocchi  "È il miglior impianto delle Marche"

Piscina di via Mattei, ultimi ritocchi "È il miglior impianto delle Marche"

Ultimi ritocchi per la nuova piscina di via Mattei dove sono iniziati i collaudi degli impianti: 4 vasche, a sfioro, (la più grande da 25 metri, due più piccole per l’acquagym e i bambini da 0 a 3 anni, e una per la riabilitazione). Ieri mattina la presentazione della struttura realizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fano per un importo di 7 milioni 200mila euro. L’impianto sarà consegnato al gestore completamente arredato per consentire la partenza nel più breve tempo possibile. "Con un ulteriore impegno economico di 250mila euro – ha spiegato il presidente Giorgio Gragnola – abbiamo acquistato anche il banco bar, i mobili per la reception e tutti gli arredi per gli spogliatoi. Grazie agli spazi esistenti il gestore potrà perfino allestire una cucina".

Ampi e numerosi gli spogliatoi divisi tra donne e uomini, bambine e bambini, dotati anche di cabine a rotazione. "A fine luglio – ha annunciato il sindaco Massimo Seri – avremo il gestore e a settembre ci sarà il tuffo inaugurale". L’individuazione del gestore spetta al Comune al quale l’impianto viene affidato dalla Fondazione in usufrutto per 30 anni. E proprio per assolvere a tale compito il Comune ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, il 30 giugno, il bando di affidamento della nuova piscina in base al project financing presentato dall’Ati, formata da Pool 4.0 e Fanum Fortunae. "Serve – ha ribadito il presidente Gragnola – un gestore capace, perché quanto costruito non è una semplice piscina, ma un sistema complesso per il quale serve una visione d’insieme che tenga conto delle diverse attività che si svolgeranno al suo interno: sportiva, ludica e sanitaria".

I soggetti interessati a partecipare al bando potranno visitare l’impianto dal 10 al 14 luglio. "La vasca più grande – ha spiegato l’architetto Massimo Amadei – è lunga 25 metri e larga 21, è dotata di 8 corsie di 2,50 metri l’una, che permettono di mettere in acqua contemporaneamente due persone nella stessa corsia. Le vasche sono realizzate da Myrtha Pools, garanzia di un’elevata qualità delle acque". Da aggiungere che l’area riabilitativa con piscina, palestra e ambulatori medici ha un accesso separato, mentre al piano interrato c’è il cuore tecnologico della struttura con le centrali termiche alimentate a gas metano e fotovoltaico (potenziabili) e predisposte per l’idrogeno. Il sindaco ha sottolineato come la piscina di via Mattei "sia l’impianto migliore delle Marche" frutto dell’operazione Comune-Fondazione e Fondo Cives.

Se la piscina sarà pronta a settembre, per quella data non ci sarà certo la pista ciclabile (costruita in parte dal Comune e in parte dal privato) che, costeggiando l’aeroporto, faciliterà il raggiungimento dell’impianto. Seri ha accennato al futuro della Dini Salvalai che, di proprietà della Provincia, dovrebbe essere acquistata dal Comune per diventare una palestra.

Anna Marchetti