Quotidiano Nazionale logo
12 mag 2022

Posti barca e dragaggio, il porto è a secco

Biancani, Pd: "Ancora manca il bando per l’assegnazione nella nuova darsena. Si rischia che nessuno si presenti, visti i rincari"

Barche al porto di Pesaro: il canone è aumentato da 350 a 2700 euro
Barche al porto di Pesaro: il canone è aumentato da 350 a 2700 euro
Barche al porto di Pesaro: il canone è aumentato da 350 a 2700 euro

"Ho presentato una interrogazione – dice il consigliere del Pd in Regione, Andrea Biancani – sul dragaggio dei porti di Pesaro ma anche di Fano visto che è stata privilegiata solo l’area sud della Regione per cui è evidente che i nostri scali non sono una priorità. Ma visto che mancano nemmeno venti giorni a giugno, vorrei anche sapere perché ancora non c’è il bando per l’assegnazione dei posti barca nella nuova darsena anche perché più tardi si fa il bando e più è alta la probabilità che nessuno si presenti visto che il canone è passato da 350 euro a 2700. Per cui farlo a luglio con soli due mesi davanti, facile che nessuno possa presentarsi".

Ha parlato con l’autorità portuale di Ancona?

"Certamente e mi è stato risposto che vedranno di portare avanti anche l’ipotesi per attivare l’area a mare dove andare a scaricare i dragaggi".

Con l’assessore Baldelli che è compente per le infrastrutture ha parlato, ha sottolineato il fatto che i due porti sono insabbiati?

"No, con Baldelli non ho affrontato questo tema, ma chiedo alla giunta regionale di intervenire e di attivarsi con l’Autorità portuale per chiarire se intende, ed entro quanto tempo, realizzare il dragaggio del porto canale e della darsena commerciale del Porto e i tempi di realizzazione della cassa di colmata. Dico Pesaro ma intendo anche Fano anche se lo scalo dei cugini è regionale e non nazionale".

Copiare il modello Romagna dove le sabbie dragate vengono riversate in mare...

"Loro da anni hanno realizzato sia depositi a mare che vasche di colmata. Quindi realizzano più interventi di dragaggio e questo comporta anche minori costi e più facilità nel fare i ripascimenti, con vantaggi per tutto l’economia balneare".

Ma la Regione cosa può fare se non pressione?

"Nell’interrogazione ho anche chiesto quali siano le motivazioni per cui si è deciso di avviare le procedure per la progettazione solo dell’area a sud delle Marche. Sono comunque dispiaciuto che, nonostante le ripetute segnalazioni sull’urgenza di questi interventi, il nostro territorio sia stato lasciato indietro".

Forse il lato nord non è... una priorità perché verrà fatta la cassa di colmata dove andare a gettare i fanghi inquinanti...

"I soldi per la cassa di colmata sono stati stanziati ed a questo punto bisogna anche capire come e quando inizieranno i lavori".

Ma c’è anche il rischio che possa venire giù mezzo San Bartolo: questo va messo nel conto o no?

"Questo è un compito che spetterà ai tecnici capire come cambieranno le correnti. Comunque i dragaggi sono urgenti anche perché sono ormai venti anni che non si libera dai fanghi il porto, tenendo conto delle criticità che ci sono sul lato monte del porto canale. E le segnalazioni che mi arrivano, lamentele comprese, dai diportisti della città sono tante".

m.g.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?